Milano, sequestrate 134 armi bianche nel campo rom di via Chiesa Rossa

La Polizia locale ha effettuato un sopralluogo nel campo rom di via Chiesa Rossa e vi ha trovato 130 armi bianche fra katane, coltelli e macete per un valore totale di circa 7 mila euro. Il sopralluogo, coordinato dal comandante Antonio Barbato faceva seguito ad alcune segnalazioni di furti avvenuti nei giorni precedenti.

Gli agenti una volta nel campo hanno seguito un sentiero che si inoltra nella zona boschiva – il campo si trova in un’area agricola – e qui, dietro a dei cespugli, hanno trovato alcuni sacchi neri di plastica che contenevano un vero arsenale di armi da taglio. In particolare c’erano 5 katane, tipica spada giapponese, lunghe 140 cm, 16 spade katana di 1 metro, 4 macete, 44 coltelli a lama retrattile, 2 shuriken, altra arma di origine giapponese e a forma di stella o di croce che si lancia come un dardo, 53 coltelli a lama fissa e 10 supporti per appoggiare la spada su un ripiano. La maggior parte delle lame non era affilata e destinata evidentemente a un pubblico di collezionisti, tutte le armi bianche avevano ancora l’etichetta del prezzo, tra i 50 e i 400 euro ciascuna.

Le successive indagini hanno portato a individuare il proprietario delle armi titolare di un negozio di Settimo Torinese che al momento del furto, avvenuto il 29 maggio, esponeva presso la fiera di Novegro.

Si ricorda che il campo rom di via Chiesa Rossa è soggetto a regolari controlli da parte di Polizia locale e Forze dell’Ordine e rientra, come tutti i campi di Milano, nel piano di chiusura da parte dell’Amministrazione.

armi bianche chiesa rossa

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone