Maltrattamenti nel Messinese, errore nell’identificazione di una delle tre maestre

Scambio di persona per una delle maestre di una scuola del Messinese sospese dal servizio per maltrattamenti nei confronti di loro alunni. Dalla visione dei filmati realizzati in aula emergerebbe uno scambio di persona e per questo il Gip Ugo Molina le ha revocato la sospensione dall’esercizio delle funzioni per 6 mesi.

All’ANSA l’avvocato Benedetto Ricciardi fa sapere che “la mia assistita non è presente in nessuno dei video contestati, decadono pertanto a suo carico i gravi indizi di colpevolezza, che hanno portato all’emissione della revoca”. La maestra di 47 anni si è detta “felice per la revoca del provvedimento, segno tangibile della mia totale estraneità ai fatti di violenza che mi sono stati contestati. Vittima di un grave errore ho sempre proclamato la mia innocenza”.

Una seconda maestra ha avuto ridotta la sospensione da 6 a 4 mesi perché “non presente in due filmati”. La terza si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

9 su 10 da parte di 34 recensori Maltrattamenti nel Messinese, errore nell’identificazione di una delle tre maestre Maltrattamenti nel Messinese, errore nell’identificazione di una delle tre maestre ultima modifica: 2016-06-01T19:00:49+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone