Torino, accordo sulla qualità del lavoro negli appalti di beni e servizi della Città

La Giunta ha approvato oggi l’accordo con CGIL, CISL e UIL sul “buon lavoro” negli appalti per l’acquisto di beni e servizi: il Comune si rivolge infatti al mercato attraverso procedure di evidenza pubblica per acquisire beni, servizi, lavori.

Attraverso un accordo etico che sarà sottoscritto con le organizzazioni sindacali, l’Amministrazione comunale intende salvaguardare i lavoratori con l’inserimento di clausole che ne garantiscano la tutela, nel rispetto della normativa in materia di appalti pubblici.

Con la sottoscrizione dell’accordo si intende promuovere l’impegno per la Città di prevedere negli atti di gara, nel rispetto della normativa in materia di appalti pubblici vigente e in corso di adozione, clausole e comportamenti che garantiscano la tutela dei lavoratori impiegati nei contratti appaltati a terzi dalla Città, nonché l’impegno a coinvolgere nella condivisione degli impegni assunti altre realtà significative presenti sul territorio, quali Città Metropolitana, Associazioni di Comuni, Società partecipate del Comune, Associazioni Datoriali e Prefettura.

9 su 10 da parte di 34 recensori Torino, accordo sulla qualità del lavoro negli appalti di beni e servizi della Città Torino, accordo sulla qualità del lavoro negli appalti di beni e servizi della Città ultima modifica: 2016-05-31T16:46:31+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone