San Paolo, due milioni alla ventesima edizione del Gay Pride

L’edizione 2016 punta a sostenere la proposta di legge federale che permetterebbe ai cittadini brasiliani di scegliere l’orientamento sessuale preferito “che corrisponda o meno a quello registrato alla nascita”, delegando allo Stato la copertura dei costi delle operazioni per il cambio di sesso.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone