129 130 132 131 133

 

Prato Carnico, la Vallata, festeggia i nonni

 

 

Di Vincenzo Calafiore

29 maggio 2016- Udine

Prato Carnico, località Fuina

Sabato 28 maggio.

 

 

 

“  Un vecchio che muore

 è una memoria che va persa”

 

 

Che cosa sia la “ senilità “ , definirla con precisione è quasi difficile, poiché lo stesso significato non è uguale in tutte le società.

In molte parti del mondo, gli individui vengono considerati anziani in seguito a cambiamenti nel ruolo sociale, quando con l’avanzare dell’età escono dal mondo del lavoro, dalla produttività, quando diventano nonni.

Essa sarà sicuramente simbolo positivo sulla qualità della vita, ma contemporaneamente crea esigenze e problemi da affrontare in certi casi anche gravi conseguenze socio-economiche in prospettiva futura di una società.

 

C’è stato un “ tempo “ in cui diverse famiglie di un’unica famiglia vivevano sotto lo stesso tetto e i vecchi erano parte integrante della famiglia, considerati la biblioteca della famiglia, quelli che giocavano e vedevano dei nipoti mentre il resto era via per lavoro. Il pranzo o la cena era il momento più bello, festività comprese; le grandi tavolate, le risate e le discussioni, ma comunque sempre uniti.

Oggi purtroppo le cosiddette famiglie patriarcali o matriarcali, sono scomparse, e i vecchi, la nostra conoscenza e la nostra biblioteca non sono più tali, ma sono considerati un impiccio, una rottura di scatole, un peso e così finiscono in quei paradisi maledetti o prigioni, ghetti, che sono le case di riposo ove vengono rilegati contro la loro volontà stessa o perché soli senza nessuno al mondo.

Ma è anche vero che questa “ Senilità” detta anche vecchiaia o anzianità o terza età, si tende di nascondere l’età prossima al termine della vita.

Vista e vissuta così, è tristezza!

Ieri, in località – Fuina – ( Prato Carnico) in una struttura comunale ben attrezzata e mantenuta in buone condizioni nonostante le ristrette condizioni economiche, la Proloco

“ Val Pesarina ” della quale è presidente il Signor Piva Antonio, in collaborazione con il Comune di Prato Carnico, come ogni anno, ( è dal 1990 ) riunisce i “ nonni “ di tutta la valle per festeggiarli e intrattenerli con diverse attività, tra queste la funzione della Santa Messa che apre di fatto la manifestazione.

Ho conosciuto Don Bruno Roja della Parrocchia di Prato Carnico e Pesaris, una splendida persona e di grande cultura, molto umana, molto disponibile, considerato uno di famiglia dalla grande comunità di “ Val Pesarina” è stato in Brasile per diversi anni, in Sardegna a svolgere la sua missione cristiana. E’ stato piacevole molto conversare con lui per la sua grande cultura, la sua grande umanità, ma lo è stato altrettanto partecipare alla santa messa, ascoltarlo mentre spiegava con umiltà il significato del “ corpo di Cristo “ …. È stata una messa allegra e non da funerale.

Gli anziani intanto giungevano alla spicciolata, da soli o accompagnati, come la Signora Maria assieme alla sua amica o meglio al suo angelo custode più che badante, la Signora Anna Gaurwyky ucraina, da dieci anni in Italia, che l’assiste con amore; mentre volontarie preparavano le due lunghe tavolate, e il pranzo in cucina; Claudio DeMuro invece addetto alle bevande preparava i suoi personalizzati cocktails,  come quello molto buono di sua inventiva, a cui ha dato il nome : ” le mele di Pradumbli “ ottimo e gustosissimo. Molte le signore

 tutte “ volontarie “ che hanno fatto in modo di festeggiare al meglio “ i nonni “ che man mano andavano a occupare i posti a sedere; bravo Claudio DeMuro che li ha intrattenuti con la sua fisarmonica.

E’ stata una bellissima manifestazione di affetto specialmente quella dei bambini che si sono impegnati coadiuvati da insegnanti, con il violino sul palcoscenico per i loro “nonni” che hanno apprezzato con lunghi applausi; e per finire la tombola di ricchi premi!

E’ intervenuto alla manifestazione il Signor Verio Solari Sindaco del Comune di Prato Carnico! Rimanendo fino alla fine della manifestazione.

Un grazie quindi va al Sindaco e alla Proloco per quanto fanno per questa Comunità.

 

 

 

 

 

9 su 10 da parte di 34 recensori ultima modifica: 2016-05-29T22:19:39+00:00 da Vincenzo Calafiore
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone