Milano sperimenta la certificazione digitale delle competenze informali

È stata presentata presso la sede del laboratorio di manifattura digitale Opendot la nuova fase della sperimentazione “Milano city of learning”, promossa dal Comune di Milano in collaborazione con il consorzio interuniversitario di calcolo Cineca.
Il progetto prevede la certificazione digitale delle competenze nuove, informali o non ancora accreditate attraverso gli Open badges e la piattaforma Bestr. La sperimentazione è già stata avviata lo scorso anno coinvolgendo alcuni corsi di lingue del Comune di Milano, allargandosi poi ad altri enti che a Milano svolgono attività formative.
A questa nuova fase del progetto hanno preso parte tre laboratori di manifattura digitale (Opendot, Yatta! e Wemake) e Fabriq, l’incubatore del Comune di Milano, che hanno messo a disposizione un distintivo specifico che descrivesse una competenza da acquisire. Anche la civica scuola interpreti e traduttori Altiero Spinelli ha rinnovato la sperimentazione assegnando i distintivi agli studenti del corso Web communication tools.
certificazione_digitale_competenze_informali
Cosa sono gli Open badges
Gli Open badges sono distintivi digitali riconosciuti e utilizzati a livello internazionale, arricchiti di metadati che – secondo il formato definito dallo standard open source – descrivono le competenze acquisite o gli obiettivi raggiunti dai soggetti che partecipano a un percorso di formazione. Il badge viene reso disponibile allo studente sulla piattaforma Bestr attraverso un messaggio riservato e successivamente può essere condiviso e pubblicato su LinkedIn®, condiviso sui social network, inserito nel proprio curriculum vitae digitale e utilizzato su tutte le piattaforme che supportano gli Open badges. Si tratta di un modo digitale, flessibile e verificabile per comunicare le proprie competenze. Milano è la prima città italiana ad avviare la sperimentazione dello standard Open badges.
L’apprendimento di un software per la modellazione 3D, la partecipazione ad un percorso di incubazione d’impresa, la partecipazione alle attività dei makers, la frequentazione con profitto di un corso sulla fabbricazione digitale o sugli strumenti di comunicazione web sono solo alcune tra le maggiori competenze attestate nel contesto della sperimentazione. Al termine del percorso sono stati rilasciati circa 1200 distintivi.
Tutti i percorsi sono visibili sulla piattaforma web Bestr realizzata da Cineca allo scopo di rendere condivisibile il tesoro di competenze proprio di ogni persona ente e territorio, rappresentandolo con lo standard internazionale degli Open badges, in attuazione delle direttive europee e del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone