BCC Bergamasca e Orobica premia lo studio: riconoscimenti per 40 laureati e 4 diplomati

40 laureati con votazione minima di 99/110 e 4 diplomati che hanno raggiunto almeno i 90 punti su 100: questi i ragazzi premiati dalla BCC Bergamasca e Orobica per aver concluso un importante ciclo di studi nel 2015. Un traguardo che l’Istituto di Credito ha voluto siglare con il conferimento di un “Premio allo studio”, riconoscimento al lavoro svolto sui libri e porta fortuna simbolico per iniziare una seconda fase della propria carriera. Un assegno è stato infatti consegnato ai neo dottori e ai neo diplomati direttamente dalla Presidenza e dalla Direzione Generale Mercoledì 25 maggio nella sede di Zanica durante una cerimonia di premiazione che ha visto anche la presenza di Elena Gotti, Responsabile del Servizio Orientamento e Programmi internazionali dell’ Università di Bergamo.
A ricevere l’assegno e la pergamena nominale, in ricordo della giornata, sono stati 22 neodottori con laurea Triennale e 18 con laurea Magistrale. Per la compagine dei diplomati, invece, sono stati i liceali (scientifico e linguistico) a potersi fregiare della medaglia allo studio.

Destinata ai soci e ai figli dei soci laureati con il vecchio e il nuovo ordinamento e ai diplomati, l’iniziativa dà voce alla fiducia che da sempre la BCC Bergamasca e Orobica ripone nelle nuove generazioni, linfa vitale per il futuro del Paese.  <<Questo “Premio” – ha spiegato il Presidente Giovanni Battista Fratelli – è un riconoscimento di merito all’attività di formazione che questi ragazzi hanno svolto negli anni, un supporto per il loro futuro professionale e uno stimolo per approcciare con grinta e umiltà il mondo del lavoro. Voglia di fare, caparbietà e preparazione sono le fondamenta di ogni attività e trampolino da cui spiccare il volo per la propria affermazione professionale>>.

A conclusione della cerimonia, i giovani dottori in scienze della comunicazione, economia, ingegneria, lettere e medicina – queste alcune delle facoltà dei premiati –  hanno avuto anche modo di confrontarsi con i principali esponenti della BCC della Bergamasca e Orobica. <<Siamo consapevoli di avere la responsabilità di essere dei punti di riferimento per questi giovani uomini e donne che si trovano a costruire il loro domani: – ha affermato il Vicepresidente Gualtiero Baresi – per noi è motivo di orgoglio essere al loro fianco e questo “Premio” è un modo per dimostrare che crediamo in loro e nello loro capacità>>.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone