Pisa, la raccolta differenziata non va in vacanza

Trecentocinquanta contenitori verranno forniti agli stabilimenti balneari del litorale pisano, per tenere alta l’attenzione sui temi della raccolta differenziata anche durante il periodo estivo. I contenitori “biposto” consegnati agli impianti balneari (circa cinque per ogni struttura) potranno contenere carta e multimateriale, ovvero i rifiuti che più comunemente vengono prodotti durante la permanenza al mare. Verranno collocati sulla spiaggia e saranno gestiti dal personale dello stabilimento o comunque da bagnini/addetti, con il compito di provvedere alla funzionalità del contenitore o alla sostituzione dello stesso. Ciò comporterà anche la rimozione e il cambio dei sacchi, quando pieni, con successivo conferimento del contenuto nei cassonetti dati in dotazione a ciascun bagno.  Questo sistema di differenziazione sulla spiaggia costituisce un ulteriore passo in avanti nell’ottica della raccolta differenziata dei rifiuti, atta a porre attenzione anche a quella parte di materiale derivante dall’attività in spiaggia.

«Siamo sempre alla ricerca del miglior sistema di raccolta possibile e teniamo molto ad implementare la percentuale di differenziata in città e sul litorale – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Pisa Salvatore Sanzo – In meno di 3 anni abbiamo acquisito 10 punti e confidiamo di raggiungere il 65 di Raccolta differenziata media per tutto il Comune entro la fine del mandato. Questo nuovo servizio, per cui ringrazio Geofor e balneari per la disponibilità, permetterà di migliorare la qualità del rifiuto ed offrirà agli utenti una ulteriore capacità di conferimento»

9 su 10 da parte di 34 recensori Pisa, la raccolta differenziata non va in vacanza Pisa, la raccolta differenziata non va in vacanza ultima modifica: 2016-05-25T01:49:26+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone