Roma, il tassista Joelson Bernasconi uccide il commerciante Nino Sorrentino

Omicidio in zona Prati-Trionfale. Nino Sorrentino, 76 anni, è morto dopo essere stato aggredito con una bottiglia rotta nel suo locale di via Premuda a Roma.

Il commercia è morto in ospedale. L’uomo era stato colpita alla testa e al collo. I Carabinieri della compagnia Trionfale hanno arrestato il presunto responsabile, Joelson Bernasconi, un tassista 33enne di origini brasiliane. Al momento da chiarire i motivi del gesto.

Nino Sorrentino gestiva un negozio di vini e oli, dove l’aggressore è entrato armato di una bottiglia rotta. Ha colpito più volte il settantenne prima di fuggire.

Bernasconi è stato rintracciato dai Carabinieri del nucleo operativo della compagnia Trionfale un’ora dopo. Era a bordo del suo taxi e, tentando di scappare, ha investito un militare ferendolo lievemente. L’uomo è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, il tassista Joelson Bernasconi uccide il commerciante Nino Sorrentino Roma, il tassista Joelson Bernasconi uccide il commerciante Nino Sorrentino ultima modifica: 2016-05-24T11:26:52+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone