La Polizia della Città metropolitana esegue 2 sequestri nei comuni di Marigliano e di Sant’Antonio Abate

 

Duplice sequestro eseguito nei giorni scorsi dagli agenti del Corpo di Polizia della Città metropolitana di Napoli nei comuni di Marigliano e di Sant’Antonio Abate. Oggetto del primo intervento una megadiscarica di rifiuti proveniente da attività di autodemolizione e di officina meccanica, completamente abusiva. Sequestrati un locale di circa 150 mq dove veniva svolta l’ attività di meccanico senza alcun titolo autorizzativo e un’ aria adiacente di circa 1000 mq. dove erano stoccati, su nudo terreno e all’intemperie, 11 veicoli in pessimo stato d’uso e circa 150 mc. di rifiuti pericolosi e non pericolosi, quali batterie esauste, pneumatici fuori uso, materiale ferroso, radiatori, alternatori, sportelli, cambi, motori non bonificati e altri parti di veicoli. Inoltre, gli agenti hanno provveduto anche al sequestro amministrativo di tutte le attrezzature utilizzate per esercitare l’attività di riparatore d’auto. Il titolare nonché gestore dell’ attività è stato deferito all’A.G.

Il secondo sequestro è stato eseguito nel comune di Sant’Antonio Abate, presso un’ attività di rivendita di materia prima per l’ edilizia. Gli agenti del comandante Lucia Rea hanno sottoposto a sequestro un’ area di circa 130 mq., 20 mc. circa di rifiuti provenienti da pregresse attività di demolizione e n. 5 canne fumarie contenenti probabilmente amianto stoccati illecitamente. Una persona è stata deferita all’Autorità Giudiziaria.

Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone