Il Crotone batte l’Entella e conquista la quindicesima vittoria casalinga. Torromino autore del gol

20160520_232044Il Crotone saluta la serie B dopo dodici campionati (gli ultimi sette di seguito) e dalla prossima settimana in casa pitagorica si parlera’ di serie A. Prima pratica da evadere quella del tecnico a proposito della conferma di Juric o di un eventuale divorzio. Nell’attesa di sapere come sara’ archiviata la pratica allenatore, l’Ezio Scida continua ad essere teatro di festeggiamenti. Al termine dell’incontro con l’Entella il Crotone, dei fratelli Raffaele e Gianni Vrenna e Salvatore Gualtieri, e’ stato premiato dal presidente della Lega di B Andrea Abodi e dal direttore di marketing di ConTe.it Alessandro Castelli. Tutti gli atleti, tecnici, proprieta’, sono saliti sul palco allestito al centro del terreno di gioco per ricevere la medaglia.  Non avendo il Crotone conquistato il primo posto non ha ricevuto la coppa Ali della Vittoria ma la squadra è stata premiata come la migliore del girone. Il trofeo sara’ consegnato al Cagliari arrivato primo. Quest’ultimo premio, nato nel campionato 2006/2007, e’ stato conquistato per la prima volta dalla Juventus di Deschamps. La partita non si annunciava facile,  l’Entella per motivi di classifica doveva assolutamente conquistare I tre punti, il Crotone voleva regalare ai propri tifosi il primo posto. Tra i rossoblu’ mancava lo squalificato Barberis sostituito da capitan Claiton. Altra sostituzione quella di Budimir rimpiazzato da Torromino. Fuori anche Balasa al cui posto e’ stato spostato Di Roberto. Ospiti senza il difensore Belli e l’esterno Palermo, dentro Iacoponi e Cutolo che rientrava dopo aver scontato la lunga squalifica. Avvio di partita in ritardo per la bellissima scenografia realizzata in curva sud e tribuna. Il Crotone vuole  vincere l’incontro ed i primi qurantacinque minuti e’ un monologo rossoblu’. Dal sesto minuto tante le azioni da gol sotto la regia del maestro Palladino che imboccava di continio i suoi compagni presenti in area avversaria. Il gol al minuto trentasette ralizzato da Torromino dopo aver ricevuto l’assist da Palladino. Il raddoppio poteva concretizzarsi treminuti dopo se Ricci da dentro l’area non avesse calciato il pallone alto. Prima parte della gara evidenzia un Crotone formato capolista come non mai con l’ottimo trio difensivo, il centrocampo ben impostato con Sabbione e Salzano centrali, Di Roberto e Modesto sulle fasce. Il voto piu’ alto del primo tempo lo merita il trio d’attacco con gli esterni Palladino, Ricci ed il centrale Torromino autore del gol. Deludente il primo tempo degli ospiti mai in partita tranne qualche assolo dell’ex Cutolo. Troppo poco per una squadra che avrebbe dovuto disputare i play-off. Mister Aglietti vede la sua squadra sbilanciata a  centrocampo e ad inizio ripresa toglie la punta Masucci per fare posto al centrocampista Palermo. Altra sostituzione nel reparto difensivo con l’uscita di Sini e l’ingresso di Keita. Sostituzioni che ravvivano le giocate degli ospiti senza, pero’, impensierire il portiere Cordaz. Nel Crotone arriva anche il momento dell’esterno Martella di tornare in campo dopo qualche settimana d’assenza per infortunio e lo fa in sostituzione di Modesto. In campo anche Budimir per rilevare l’autore del gol, Torromino. Grande festa a fine gara ma anche un pizzico di rammarico da parte dei tifosi per il mancato traguardo del primo posto. Tutto questo ormai e’ gia’ in archivio. Da domani a Crotone e in provincial si parlera’ soltanto della stupenda promozione in zerie A. Tutto il resto e’ solo cronaca che non ha cambiato il risultato finale ai pitagorici.

Crotone    1

Entella      0

Marcatore: Torromino 37°

Crotone (3-4-3): Cordaz, Yao, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Sabbione (Fazzi), Salzano, Modesto (Martella), Ricci, Torromino (Budimir), Palladino. All. Juric

Entella (4-3-1-2): Iacobucci, Iacoponi, Ceccarelli, Benedetti, Sini (Keita), Staiti, Troiano, Cutolo, Sestu (Mota), Di Carmine, Masucci (Palermo). All. Aglietti

Arbitro: Alessandro Minelli di Jesi

Coll. Marco Avellano (Busto Arsizio) – Enrico Caliari (Legnano)

Quarto giudice: Eugenio Abbattista di Molfetta

Ammoniti: Ferrari 51°, Sestu 55°, Palermo 71°, Claiton 90°

Angoli: 6 a 6

Recupero: 2 e 3 minuti

Spett. tot 9.000 € 72.106

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone