Vicenza, cantieri stradali: in arrivo settanta interventi

Cantieri estivi: si cambia. Mai più sovrapposizioni di lavori nella stessa zona, né chiusure stradali che prendono in contropiede residenti e commercianti. Quest’anno, da ora fino a novembre, ogni scavo, ogni asfaltatura, e ogni conseguente modifica di circolazione, dovrà attenersi a un cronoprogramma, grazie al quale l’amministrazione comunale conta di scongiurare, per quanto possibile, qualsiasi brutta sorpresa agli utenti della strada.
Il gioco ad incastri è stato messo a punto nelle scorse settimane dagli assessorati alla cura urbana e alla progettazione, i cui settori alle infrastrutture, gestione urbana e protezione civile e alla mobilità e trasporti hanno lavorato con le direzioni di Acque Vicentine e di Aim, concordando le tempistiche dei rispettivi cantieri, e hanno comunicato a tutti gli altri gestori di sottoservizi il quadro della situazione, perché vi si adeguino.
La programmazione, che ovviamente è soggetta a variazioni legate al maltempo e a fattori oggi non prevedibili, è stata presentata dagli assessori alla cura urbana Cristina Balbi e dall’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza. Erano presenti anche il direttore generale di Acque Vicentine Fabio Trolese e l’ingegner Simone Turetta di Aim.

“I lavori sulle strade – ha detto l’assessore alla cura urbana Cristina Balbi – portano benefici a tutti, ma per realizzarli spesso si creano disagi. Quest’anno con largo anticipo abbiamo ragionato su tutti i nostri cantieri, quelli delle aziende partecipate e dei gestori dei sottoservizi, per organizzare un unico programma di interventi, con l’obiettivo di ridurre al massimo i problemi per i cittadini e nel contempo ottimizzare gli interventi. I commercianti stessi, conoscendo per tempo gli eventuali cantieri programmati su strade di loro interesse, potranno organizzare le chiusure estive in base al nostro calendario. Si tratta sicuramente di un programma soggetto ad alcune variabili, ma sarà nostra cura aggiornarlo costantemente in modo da mantenere l’obiettivo del contenimento dei disagi”.

“Questa sarà una stagione importante per numero e importanza dei cantieri previsti – ha aggiunto l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza – senza contare che con l’avanzo di amministrazione contiamo di aggiungere altri interventi, a dimostrazione che la nostra è una città in piena e costante attività. Avvisare per tempo gli utenti della strada attraverso un piano della segnaletica attento e puntuale, consente peraltro di indirizzare efficacemente i flussi di traffico, attutendo per quanto possibile l’impatto dei lavori sulla mobilità”.

Meteo permettendo, quindi, fino a novembre saranno 70 i cantieri stradali “spalmati” in tutti quartieri, in modo da lavorare anche contemporaneamente, ma mai su fronti troppo vicini tra loro.
Soltanto 4 interventi sono stati classificati con il colore “nero”, intendendo con ciò che a causa di quei lavori, malgrado l’oculata programmazione, ci si attendono situazioni di criticità piuttosto elevate, in relazione alla viabilità, alla sosta, all’accessibilità ai servizi e alle attività commerciali, nonché per le necessarie deviazioni del trasporto pubblico locale. 15 sono invece i cantieri “rossi”, con un livello di impatto significativo; 27 quelli “gialli” dalle criticità contenute; 24 i “verdi”, senza alcun impatto significativo sulla cittadinanza.
Le imprese che via via si aggiudicheranno le gare dei diversi lavori si dovranno ovviamente attenere ai tempi indicati.
Il piano dei lavori è già stato presentato a Confcommercio Vicenza in modo che a sua volta l’associazione di categoria contribuisca a informare per tempo le attività economiche interessate.

Fino alla chiusura delle scuole
Già da tempo in centro storico il Comune sta lavorando alla riqualificazione di ponte San Michele e di ponte Margherita: il primo cantiere, di impatto praticamente nullo (verde), si concluderà a fine giugno, mentre il secondo, di impatto contenuto (giallo) dovrebbe finire entro i primi dieci giorni di giugno per lasciare il posto, come già annunciato, al restauro di ponte dei Marmi, che sfrutterà la chiusura delle scuole per mitigare un impatto ritenuto comunque significativo (rosso). Da metà maggio fino alle riapertura delle scuole, inoltre, riprenderanno i lavori al ponte delle Barche, con disagi alla viabilità contenuti (giallo).
Sempre in centro storico, a maggio Aim lavora alla rete del gas di stradella dei Munari e contra’ San Biagio (impatto contenuto – giallo).
Quanto alle altre zone della città, la stagione dei cantieri estivi si è già aperta nel quartiere di Parco Città con i ripristini definitivi delle asfaltature di via Quadri (impatto significativo – rosso), via Scarpa e via Istria (impatto contenuto – giallo) ad opera di Terna, impegnata fino a fine mese a concludere a regola d’arte gli scavi eseguiti l’anno scorso per l’interramento dell’elettrodotto. Poco lontano, in stradella Mora, Acque Vicentine avvierà in questi giorni un cantiere della durata di un mese e mezzo per scavi e ripristini relativi alla dismissione degli scarichi fognari (impatto nullo – verde). La stessa azienda è impegnata fino al 20 maggio a ripristinare l’asfalto in seguito a scavi eseguiti nel quartiere di San Bortolo nelle vie Goito, Sorio, Pastrengo e Castelfidardo (impatto nullo – verde)
Ancora, fino a fine maggio Terna lavora in strada Pian delle Maddalene e fino a fine giugno a San Pio X , in entrambi i casi con una previsione di impatto contenuto (giallo).
A Vicenza est, dal 20 maggio a fine agosto, s’inserisce un cantiere del settore mobilità e trasporti del Comune: si tratta della realizzazione della ciclabile di via Zamenhof, con impatto nullo sulla viabilità (verde).
Nell’area della Riviera Berica, di impatto contenuto (giallo) sono valutati gli interventi di Acque Vicentine in corso fino a fine giugno per la dismissione degli scarichi di Campedello e fino a fine luglio per il rifacimento dell’acquedotto in stradella della Rotonda. Nella stessa zona, il settore infrastrutture del Comune opera in strada della Rotonda fino a fine maggio e in strada delle Ca’ Tosate fino a fine giugno, con impatto valutato rispettivamente contenuto (giallo) e nullo (verde).
Con un cantiere considerato di impatto significativo (rosso), Acque Vicentine proseguirà fino a novembre nel consistente intervento di rifacimento dei sottoservizi avviato nei mesi scorsi in strada di Ca’ Balbi, Bertesinella e San Romualdo.
Infine, a metà maggio, a cura del settore infrastrutture del Comune prenderà il via la riqualificazione del Giardino della Vittoria: l’intervento durerà fino all’autunno senza ovviamente nessun impatto sulla circolazione.

Cantieri più impattanti solo a scuole chiuse
Una seconda importante tranche di lavori più delicati dal punto di vista dell’impatto sulla città prenderà il via con la chiusura delle scuole, quando il traffico cittadino è meno congestionato.
In centro storico, chiuso il cantiere di ponte Margherita, prenderanno il via quelli per la riqualificazione di ponte dei Marmi (da metà giugno a metà settembre) e per la conclusione del restauro di ponte Furo (dal 20 luglio al 10 agosto), entrambi con impatto significativo sulla viabilità (rosso) .
Sempre a cura del settore infrastrutture del Comune, per circa un mese a partire dalla chiusura delle scuole sarà riasfaltata via 4 Novembre, anche in questo caso con impatti significativi sulla viabilità cittadina (rosso). A seguire, dalla seconda settimana di luglio fino alla prima decade di agosto, prende il via un cantiere classificato come molto impattante (nero): si tratta dell’asfaltatura di viale Rodolfi e viale Ceccarini.
Altrettanto impattanti (nero) saranno gli interventi di sistemazione definitiva dell’asfalto della zona di contra’ Vittorio Veneto dopo gli scavi dell’estate scorsa per il rifacimento dei sottoservizi, programmati da Aim un mese a partire dalla seconda decade di luglio.
A scuole chiuse il settore mobilità del Comune darà il via con RFI alla riqualificazione del piazzale della stazione, intervento che si concluderà a fine ottobre; in luglio e in agosto il cantiere riguarderà anche la riqualificazione del bici park (impatto contenuto – giallo). Tra viale dello Stadio e la Riviera Berica, inoltre, nel mese di luglio il settore mobilità si occuperà dell’installazione del nuovo impianto semaforico (impatto nullo – verde).
Nei quartieri periferici, da metà giugno a fine luglio il settore infrastrutture si occuperà dell’attesa asfaltatura di viale San Lazzaro, a cui farà seguire fino a metà agosto quella di viale del Mercato Nuovo, entrambe con impatto significativo sul traffico (rosso). Contestualmente, nel mese di luglio, il settore mobilità provvederà all’installazione del nuovo semaforo tra viale San Lazzaro e via Bellini (impatto nullo – verde).
A nord est, nel mese di luglio Acque Vicentine, appena terminati i ripristini in stradella Mora sarà impegnata in via Astichello dove è stata potenziata la rete dell’acquedotto, mentre il settore mobilità terminerà gli interventi al semaforo tra via Quadri e via Fusinieri (tutti interventi a impatto nullo – verde).
In zona piscine, dalla chiusura delle scuole fino alla prima settimana di luglio il settore infrastrutture si occuperà delle asfaltature del parcheggio dell’impianto natatorio e delle vie Sartori, Allegri e Monte Verena (impatto nullo – verde). A seguire e fino a fine luglio il settore mobilità realizzerà il riordino dell’area davanti alla caserma Chinotto (impatto contenuto – giallo).
A luglio si susseguiranno anche alcuni interventi in zona ovest: l’installazione del nuovo semaforo tra viale dell’Industria e viale Sant’Agostino (impatto nullo – verde); la riqualificazione e asfaltatura delle aree di sosta del quartiere fieristico e di viale dell’Oreficeria, a cura di Aim ( dall’ultima decade di luglio a fine settembre con impatto contenuto – giallo) e la riqualificazione della passerella di via d’Annunzio, a cura del settore infrastrutture, da fine luglio all’inizio delle scuole con impatto nullo (verde), pur con la chiusura della passerella stessa.
Ancora, con luglio prenderà il via la riqualificazione di via Falzarego: l’intervento durerà fino a fine ottobre con impatto nulla sulla viabilità (verde).
Nello stesso periodo in zona est, di pari passo con i lavori alla ciclabile di via Zamenhof scatterà, a cura del settore mobilità, la realizzazione della ciclabile di viale della Pace che proseguirà per buona parte del 2016 con un impatto consistente (rosso) sulla mobilità dovuto ad un cantiere complesso che interesserà tutto viale della Pace, con restringimenti parziali della sede stradale, chiusura del marciapiede e spostamenti delle fermate dell’autobus.
In zona Laghetto, a luglio sarà installato il nuovo semaforo tra strada Marosticana e via Lago Maggiore (impatto contenuto – giallo).
In Riviera Berica, ai lavori già segnalati seguiranno a cura del settore mobilità quelli alla pista ciclabile di Debba (completamento della ciclabile Casarotto con realizzazione di un tratto su passerella in alveo, al di fuori della sede stradale) fino alla riapertura delle scuole (impatto nullo – verde) e tra fine luglio e metà agosto i ripristini dell’asfalto di strada del Tormeno, a cura di Acque Vicentine (impatto contenuto – giallo).
Infine, luglio sarà anche il mese nel quale saranno realizzati gli attraversamenti stradali rialzati progettati dal settore mobilità in strada di Bertesinella, Coltura Camisana e via San Benedetto (impatto contenuto – giallo).

Tra agosto e l’inizio delle scuole
Tra agosto e settembre, accanto alla prosecuzione di alcuni dei cantieri già descritti, in contro storico sarà realizzata a cura del settore infrastrutture l’asfaltatura di viale Rumor e piazzale Araceli (dal 20 agosto a metà settembre con impatto contenuto – giallo), mentre nello stesso periodo Acque Vicentine si occuperà dei ripristini definitivi di contra’ San Nicola e Busa San Michele (impatto contenuto – giallo), e Aim dell’asfaltatura dell’incrocio tra contra’ San Biagio e corso Fogazzaro: un intervento quest’ultimo ritenuto molto impattante (nero) sulla viabilità a causa della necessità di deviare le numerose linee bus che transitano in contra’ Pedemuro San Biagio.
Sempre in centro, con i primi di settembre prenderanno il via i cantieri che riguardano l’installazione di un impianto di sollevamento fisso in Largo Goethe (impatto significativo – rosso), il rifacimento dei sottoservizi di contra’ Mure Carmine e contra’ delle Beccariette, a cura di Acque Vicentine e Aim (impatto nullo – verde). Delicato dal punto di vista viabilistico (impatto significativo – rosso) sarà il potenziamento della condotta di viale Trissino, intervento che durerà per tutto il mese di settembre.
Ad agosto, inoltre, con impatto contenuto sulla viabilità (giallo) è in programma la modifica alla viabilità di porta Santa Croce per lavori al torrione a cura del settore lavori pubblici e manutenzioni.
Tra metà agosto e metà settembre sarà inoltre asfaltato piazzale Bologna (impatto contenuto – giallo), mentre a cavallo tra fine agosto e fine settembre saranno realizzati a cura di Acque Vicentine i ripristini stradali di viale Milano (impatto nullo – verde) e a cura del settore infrastrutture l’intervento di rifacimento delle caditoie in corrispondenza della rotatoria di ponte Alto per il quale si prevede un impatto significativo sulla viabilità (rosso).
Da metà agosto all’inizio delle scuole si procederà anche all’asfaltatura di via Ragazzi del ’99 (impatto significativo – rosso); nella stessa zona a settembre sarà asfaltata via Vajenti (impatto nullo – verde).
Ai Ferrovieri, ad agosto sarà realizzato il quarto e ultimo intervento classificato come particolarmente critico per la viabilità (nero): si tratta del rifacimento e potenziamento dell’acquedotto di via Vaccari a cura di Acque Vicentine e Aim.
In zona Santa Bertilla nella prima decade di settembre saranno eseguiti alcuni ripristini in via Mameli (impatto nullo – verde).
A sud, strada delle Ca’ Perse sarà asfaltata tra fine agosto e i primi di settembre con impatto contenuto (giallo); in Ca’ Tosate con settembre prenderà il via un cantiere di Acque Vicentine per la dismissione di scarichi di via Barbarano, con chiusura di un tratto di pista ciclabile (impatto contenuto – giallo).
A est, tra fine agosto e l’inizio delle scuole il settore mobilità realizzerà il tratto di pista ciclabile attorno alla rotatoria di via Aldo Moro (impatto nullo – verde).

Ricominciano le scuole
Alla ripresa delle scuole, accanto ai cantieri ancora attivi, partiranno soltanto due interventi il cui impatto sulla viabilità è ritenuto consistente (rosso): si tratta della dismissione degli scarichi di Debba, a cura di Acque Vicentine, e della realizzazione di una nuova rotatoria in viale della Riviera Berica, all’altezza di via Barbarano, per permettere il collegamento con la viabilità dei nuovi piani attuativi in fase di realizzazione in zona, a cura di privati. Entrambi i cantieri saranno eseguiti nel mese di ottobre.
Sono stati inoltre programmati in questo periodo la sostituzione della rete dell’acquedotto in via Fantoni e Castellini; i lavori del settore infrastrutture alla pista ciclopedonale di Ospedaletto, la dismissione degli scarichi fognari di stradella Mora, il potenziamento della rete dell’acquedotto in viale Astichello (tutti interventi a impatto nullo – verde); i ripristini definitivi dell’asfaltatura di strada del Cavalcavia a San Pio X a cura di Aim (impatto nullo – verde); l’estensione delle rete dell’acquedotto in strada di Lobia e il rifacimento di quella di via Biron di Sopra (impatto contenuto – giallo); la riqualificazione del marciapiede di strada di Saviabona; la prosecuzione della dismissione degli scarichi di Campedello e del rifacimento dell’acquedotto in strada della Rotonda (impatto contenuto – giallo).

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, cantieri stradali: in arrivo settanta interventi Vicenza, cantieri stradali: in arrivo settanta interventi ultima modifica: 2016-05-11T01:48:46+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento