Torino, cresce il “team” di Odontoiatria Sociale per aumentare l’offerta di cure dentistiche gratuite

Cresce la “squadra” torinese di associazioni e di onlus che offrono cure dentistiche gratuite a chi, per ragioni economiche o per altri motivi, vive in condizioni di particolare difficoltà.

Questa mattina, la Giunta comunale ha infatti approvato una delibera che formalizza l’adesione della onlus COI (Cooperazione odontoiatrica internazionale) e dell’Associazione Banco Farmaceutico Torino ad “Odontoiatria Sociale”, il coordinamento cittadino nato un anno fa su iniziativa della Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie della Città di Torino e di quattro onlus del capoluogo piemontese che operano nel campo del sociale (Associazione Protesi dentaria gratuita, Associazione Camminare insieme, Società Asili notturni Umberto I e Sermig)  per garantire, ad un numero sempre maggiore di persone, l’opportunità di ricevere senza spese quelle cure odontoiatriche, ortodontiche e protesiche a cui altrimenti non potrebbero accedere.

Favorendo il lavoro integrato di servizi pubblici socio-sanitari e organizzazioni del privato sociale, la Città di Torino si pone l’obiettivo di aumentare la capacità di risposta ai bisogni di quella fascia di popolazione più debole e di potenziare le attività di cura e prevenzione nel campo dell’odontoiatria, con particolare attenzione ai minori in situazione di particolare fragilità. Per questo motivo è giudicato da Palazzo Civico assai importante il lavoro di squadra svolto attraverso il coordinamento “Odontoiatria sociale”, perché, confrontando e valorizzando le reciproche esperienze, consente di individuare meglio i percorsi di cura, la filiera degli interventi e di assicurare maggiore complementarietà alle prestazioni offerte dai diversi nodi della rete.

La onlus COI (Cooperazione odontoiatrica internazionale) si è resa disponibile ad avviare, nei prossimi mesi, percorsi di educazione, sensibilizzazione, screening e formazione all’interno delle strutture di accoglienza per i ragazzi dai 6 agli 11 anni, mentre l’Associazione Banco Farmaceutico Torino sarà impegnata nella raccolta di farmaci e di prodotti per l’igiene dentale e nella cura degli aspetti relativi alla comunicazione sociale.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone