Musella (Fi) prepara la legge per abbattere il debito pubblico

Graziano Musella, Sindaco di Assago (MI), noto per aver detassato per 4 anni consecutivi i  propri concittadini da imposte  quali la Tasi e l’Imu, è pronto a presentare una proposta  rivoluzionaria e innovativa per  abbattere il debito pubblico in Italia.
Si tratta di   un decreto legge che obbliga  le banche  (che hanno in mano 500 miliardi dei circa 2.200 del debito pubblico complessivo),   in cambio del debito, ad accettare pari importi di beni dello Stato con l’immediata garanzia di renderli liberi da ogni vincolo urbanistico, per permetterne l’immediato recupero. Si potrebbe anche pensare – spiega Musella – di inserire uno sconto sugli oneri di secondaria purché una parte dell’edificato fosse destinato al sociale con prezzi calmierati, e sostenuto con le garanzie fornite dagli Enti Locali.
Tra gli effetti positivi, secondo il sindaco di Assago, ci sarebbe  la riduzione del debito da 2.200 miliardi a 1.700 ; lo scatenarsi immediato di lavori edili per parecchi miliardi di euro e quindi un recupero dell’edilizia in genere; una parte del patrimonio verrebbe a giovani coppie e a famiglie in disagio; una parte del risparmio sul debito potrebbe immediatamente essere investito per ridurre drasticamente le tasse alle imprese, e per svincolare gli investimenti dei Comuni (Patto di Stabilità) almeno per quelli più virtuosi.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone