Assicurazioni in crescita: a trainare il settore i rami Vita e i comparatori on line

mioassicuratoreLa raccolta premi dei rami Vita nel 2015 ha sfiorato i 115 miliardi, mettendo a segno il valore di raccolta più elevato mai ottenuto nel nostro paese

Settore in crescita anche grazie all’uso dei comparatori on line

Trend in crescita per le assicurazioni italiane.

Secondo i dati resi noti da ANIA nel mese di aprile, e riferiti al 2015, la raccolta complessiva dei premi ha toccato quota 147 miliardi con un +2,5%, in termini omogenei, rispetto al 2014. Il risultato positivo è conseguenza dell’ aumento dei premi del settore Vita (+4,0%) e di una diminuzione di quello Danni (-2,4%).

L’incidenza dei premi totali (Vita e Danni) – come si legge nel documento reso noto da ANIA – sul

Prodotto Interno Lordo è lievemente cresciuta, passando dall’8,9% nel 2014 al 9,0% nel 2015.

Partendo dalle considerazioni relative ai rami Vita nel 2015 la raccolta premi ha sfiorato i 115 miliardi, con un aumento pari al 4% rispetto all’anno precedente. I numeri mettono in evidenza il valore di raccolta più elevato mai ottenuto nel nostro paese.

L’incremento della raccolta premi vede in prima linea i prodotti di ramo III – Linked, con un +46% ed un volume pari a 32 miliardi.

Le polizze del ramo I – Vita umana si confermano quale scelta primaria da parte dei risparmiatori mettendo a segno oltre due terzi dell’intera raccolta Vita (78 miliardi). Diminuiscono i risultati del ramo V – Capitalizzazione, ridotti del 24,1%.

Crescono i rami IV – Malattia per 74 milioni e VI – Fondi Pensione per 1,7 miliardi, che insieme evidenziano una crescita del 16,6%.

Contrazione per i rami Danni. Il calo è il risultato della diminuzione del ramo RC auto del 6,5%. Un calo che è diretta conseguenza dell’accesa concorrenza fra le imprese assicuratrici di settore.

I dati ANIA evidenziano un lieve aumento degli altri rami Danni. Fra le pieghe della macro area hanno registrato variazioni positive il ramo  Assistenza (+10,2%), Perdite pecuniarie (+7,7%), Tutela legale (+6,4%), Malattia (+4,2%), Corpi veicoli aerei (+2,4%) e R.C. Generale (+1,4%).

In calo anche altri rami del settore Danni fra cui  Credito e Cauzione, che insieme hanno ridotto i premi del 7,0%.

In termini di market share i rami più interessanti restanti gli Infortuni (9,3%), il ramo R.C. Generale (9,0%) e il ramo Altri danni ai beni (8,5%).

In fatto di assicurazioni gli italiani rivolgono sempre più attenzione al settore digitale.

A dimostrarlo sono i dati proposti dalla  XII edizione dell’Osservatorio Assinext, analisi condotta da Nextplora.

Su un campione di 5mila italiani, dediti ad internet, 9 su 10 conoscono perfettamente almeno un comparatore on line, e ad utilizzare l’interessante strumento offerto dalla rete è oltre la metà della popolazione.

Le pagine web vengono elette ‘canale informativo privilegiato’ dal 60% degli italiani che scelgono la polizza assicurativa grazie ai comparatori e ai siti on line delle compagnie, regalando al settore polizze un trend di crescita estremamente interessante.

A garantire il successo sono elementi quali la rapidità nell’ottenere un preventivo, la presenza di forum e blog specializzati.

I comparatori on line accendono l’entusiasmo degli italiani che li considerano attendibili, estremamente utili e soprattutto competitivi. Fra quelli di ultima generazione spicca la professionalità e la proposta ampia ed accurata di MIOAssicuratore.it.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone