La Via Francigena Italiana si candida ad entrare nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco

Questa l’indicazione scaturita da un incontro svoltosi nel tardo pomeriggio di ieri, cui erano presenti insieme alla Regione Toscana  Michele Giovannelli dell’Associazione Europea delle Vie Francigene e rappresentanti delle Regioni Lombardia ed Emilia Romagna.

La Toscana ha espresso ancora una volta la sua disponibilità a fare da capofila del progetto per bocca della vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni, dell’assessore al turismo Stefano Ciuoffo e del consigliere regionale Francesco Gazzetti. Una proposta accolta favorevolmente da tutti i presenti.

E’ stato anche anche ribadito il fondamentale ruolo dell’Associazione Europea delle Vie Francigene che, attraverso il suo comitato scientifico, offrirà il supporto tecnico indispensabile all’individuazione e alla valorizzazione delle tante proposte culturali di cui è ricco il tratto italiano della Via Francigena; ben in grado di proporsi come forte elemento di richiamo nel settore in sviluppo dei cosiddetti viaggi esperienziali.

A breve, l’obiettivo sarà la stesura di un protocollo d’intesa tra le Regioni coinvolte, che ufficializzerà la condivisione del percorso verso il riconoscimento Unesco di questo patrimonio storico, culturale e naturalistico che si snoda per  ben 1000 chilometri.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Via Francigena Italiana si candida ad entrare nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco La Via Francigena Italiana si candida ad entrare nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco ultima modifica: 2016-05-09T00:39:40+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento