Razziavano i cimiteri nelle province di Milano e Monza, arrestate 3 persone

L’operazione dei Carabinieri di Milano ha consentito di recuperate 70 statue e oltre 30 quintali di manufatti in bronzo, pronti per essere fusi. Si è giunti alla refurtiva inseguendo un furgone rubato guidato da un romeno, senza fissa dimora, disoccupato e con precedenti, che non si è fermato all’alt.

I militari sono poi riusciti a trovare il deposito, un capannone di una ditta locale attiva nel commercio di metalli e recupero di rottame. All’interno sono stati rinvenuti diversi bancali, contenenti 60 statue di bronzo e altri manufatti con immagini sacre e funerarie.

I Carabinieri hanno arrestato 3 ladri responsabili dei recenti furti nei cimiteri nelle province di Milano e Monza. Il romeno e il titolare della ditta, un italiano originario dell’hinterland milanese, sono stati tratti in arresto. A Bollate i militari hanno poi sorpreso e tratto in arresto un terzo uomo, anch’egli italiano, incensurato. E’ stato “beccato” dal custode del cimitero mentre tentava di allontanarsi con vasi in ottone e rame e lumi funerari, per alcune decine di chili di peso, appena sottratti dalle tombe. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito il recupero di altre due sculture di bronzo e di un quintale di cavi di rame.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone