Siena, il 5 per mille per il sostegno delle attività sociali del Comune rivolte agli anziani

I versamenti del 5 per mille che verranno destinati nel 2016 dai cittadini senesi in favore del Comune saranno utilizzati a sostegno delle attività sociali rivolte alla popolazione anziana.
In particolare, il Comune di Siena utilizzerà i contributi delle dichiarazioni dei redditi per la residenza assistita e centro diurno “Villa Rubini Manenti” e per il centro di socializzazione “La Mimosa”.
Affinché i contribuenti possano esprimere tale volontà, è sufficiente firmare nei moduli delle dichiarazioni Irpef l’apposito riquadro “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”.
Per quanto riguarda il 2015, Siena è risultato il capoluogo toscano che ha ricevuto maggiori introiti dal 5 per mille in proporzione al numero degli abitanti e, in termini assoluti, si è posizionato 81esimo a livello nazionale su oltre 8 mila Comuni.
Il gettito dei 455 contribuenti senesi che hanno optato per il sostegno alla casa dei minori “Il Faro” e per la residenza per portatori di handicap “Santa Petronilla” è stato di 16.683 euro, un dato in crescita del 38% rispetto ai proventi del 2014.
“Avevamo chiesto il contributo per due realtà fondamentali per il nostro territorio come “Il Faro” e il “Santa Petronilla” – commenta il sindaco, Bruno Valentini – e lì verranno spesi i proventi dei cittadini senesi. Tra l’altro, nella seduta di Giunta dello scorso 21 aprile, abbiamo deliberato un investimento su “Il Faro” di ulteriori 150 mila euro, integrati da un cofinanziamento di pari importo della Regione Toscana, per il risanamento degli ambienti e dei servizi igienici e realizzare una nuova struttura più grande e accogliente per i bambini in difficoltà, dando così una risposta ancor più qualificata ai bisogni di questa fascia debole della popolazione”.
<<Se teniamo inoltre conto – aggiunge l’assessore al Sociale, Anna Ferretti – dell’alto numero di enti e associazioni senesi che richiedono i proventi del 5 per mille per le proprie attività, il dato riferito agli introiti del 2015 è ancor più significativo. Possiamo dire che i cittadini senesi credono nel Comune e hanno fiducia dei servizi sociali che vengono offerti: per questo, non possiamo che esprimere sentitamente un diffuso ringraziamento anche a nome degli utenti delle nostre strutture>>.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone