Roma, paziente morto carbonizzato al San Camillo, non si esclude che le fiamme siano scaturite per cause accidentali

Attimi di paura nella notte all’ospedale San Camillo di Roma. Un rogo si è sviluppato in una stanza di degenza del reparto Maroncelli dove si trova anche la sezione specializzata in reumatologia. All’arrivo dei Vigili del Fuoco, il ricoverato di 65 anni era già morto carbonizzato. I soccorritori hanno evacuato tutto il reparto e spento il rogo, divampato per cause ancora in corso di accertamento.

Indagano anche Polizia e Carabinieri. Non si esclude che le fiamme siano scaturite per cause accidentali anche se sono in corso indagini per ricostruire l’accaduto.

Il San Camillo è stato più volte teatro anche di altri incendi, molto spesso dolosi, scoppiati nei seminterrati utilizzati dai senza tetto come dormitorio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, paziente morto carbonizzato al San Camillo, non si esclude che le fiamme siano scaturite per cause accidentali Roma, paziente morto carbonizzato al San Camillo, non si esclude che le fiamme siano scaturite per cause accidentali ultima modifica: 2016-05-01T03:13:24+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone