Primo Maggio, il Concertone in memoria di Giulio Regeni ricercatore italiano ucciso in Egitto

Al giovane friulano è stata dedicata l’apertura della manifestazione. “C’era un ragazzo di 28 anni… Si chiama Giulio Regeni e vive in ognuno di noi per chiedere giustizia e verità”. Così si è aperta la 26esima edizione del Concertone di Roma, in piazza San Giovanni.

Dopo il ricordo di Regeni, con la sua foto apparsa sui maxischermi e un messaggio inviato dai genitori del ragazzo, Luca Barbarossa ha intonato con Laura Porceddu Here’s to you, Nicola & Bart, scritta da Ennio Morricone per la colonna sonora del film su Sacco e Vanzetti.

Il conduttore, prima di lasciare il palco alla Bandabardò, ha salutato anche Taranto: “non dimenticherò l’urlo di quella piazza. Taranto libera”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Primo Maggio, il Concertone in memoria di Giulio Regeni ricercatore italiano ucciso in Egitto Primo Maggio, il Concertone in memoria di Giulio Regeni ricercatore italiano ucciso in Egitto ultima modifica: 2016-05-01T16:07:00+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento