Fare trading online : ecco come iniziare in modo sicuro

trading online guidaIl trading online rappresenta uno dei settori col più alto tasso di crescita in Italia. Molti giovani, però, sono disorientati dall’enorme mole di informazioni che si trova in rete. Il web è infatti pieno di articoli su come iniziare a investire, quello che manca però è una informazione libera ed indipendente.

Molti portali web vendono infatti corsi o sono comunque legati a broker con cui hanno contratti di sponsorizzazione. In questo contesto è dunque facile imbattersi in informazioni troppo spinte a livello pubblicitarie per essere davvero obiettivi.

Guida per principianti : da dove partire?

Abbiamo chiesto agli esperti di finanza del portale IlCorsivoQuotidiano di dare qualche suggerimento ai nostri lettori per poter orientarsi meglio nella scelta degli strumenti giusti.

Innanzitutto come ci spiegano gli esperti bisogna studiare e documentarsi. Pensare che gli investimenti siano facili da affrontare è un po’ azzardato e conduce prima o poi a perdere denaro sui mercati. Consideriamo che molti broker oggi svolgono la funzione intermediazione offrendo dei software per poter negoziare, detti piattaforme di trading.

Per chi ancora non ne fosse a conoscenza le piattaforme online svolgono un ruolo strategico in qualunque tipo di attività legata ai mercati finanziari. Scegliere così la migliore piattaforma di trading online può fare la differenza a livello di successo negli investimenti. In passato molti finivano con l’incappare in truffe o a iscriversi su siti non autorizzati in Italia con conseguenze disastrose per il proprio portafoglio. Oggi ci sono maggiori controlli e quasi tutti i broker sono regolamentati, almeno quelli noti al grande pubblico.

Detto questo vediamo quali sono i migliori broker presenti attualmente nel mercato italiano. Li abbiamo testati mettendoli a confronto per cercare di capire perché è meglio investire tramite una piattaforma piuttosto che con una banca tradizionale.

Le migliori piattaforme di trading online italiane

Mai come quest’anno il trading online si è sviluppato come settore in tutte le direzioni. Sul territorio vengono promosse continuamente iniziative ed eventi formativi che hanno l’obiettivo di diffondere la cultura della formazione negli investimenti.

I broker online stessi hanno capito che è importante offrire i propri servizi a gente preparata ed hanno iniziato ad organizzare molti seminari anche in giro per l’Italia. Quando parliamo di broker stiamo infatti facendo riferimento a società che operano in Italia. Si tratta comunque di multinazionali che hanno sede in tutti i principali paesi Europei.

I principali attori del mercato sono attualmente:

  • Fineco : banca del gruppo Unicredit che opera esclusivamente online ed offre una piattaforma di trading molto semplice da utilizzare. E’ molto adatta a chi non fa moltissime operazioni ed investe nel lungo periodo con una operatività bassa
  • IG Italia : è uno dei broker storici che permette di fare trading su moltissimi asset finanziari. E’ un broker apprezzato sia in Italia che in Europa e molto attivo nel settore degli investimenti finanziari e nella promozione di corsi ed eventi dedicati agli investimenti sul mercato azionario.
  • Plus500 : è un broker ormai molto conosciuto che tra le altre cose fa da sponsor all’Atletico Madrid di calcio. E’ un broker simile a IG ma più orientato verso alcuni strumenti finanziari come i contract for difference (CFD). Permette di aprire conti di trading con cifre veramente basse e fare trading sul mercato valutario e quello azionario.

Investire in modo sicuro o speculare sui mercati ?

Abbiamo visto le piattaforme di trading che ci sono state consigliate dagli esperti. Naturalmente ci sono moltissimi altri broker professionali. Il consiglio è quello di verificare tutte le condizioni e utilizzare soltanto servizi che siano regolamentati.

La regolamentazione non è un aspetto che deve essere sottovalutato. Per operare in Italia un broker deve essere regolato dalla CONSOB che è l’ente di vigilanza che si occupa di controllare le società finanziarie. Ce ne sono altri in Europa come la FCA. Le piattaforme che vi abbiamo segnalato hanno tutte la licenza e dunque sono sicure per l’utente.

Ma a cosa si deve tutto questo successo del trading ? Le ragioni principali derivano dal crollo dei depositi in banca. Molte persone preferiscono speculare nel breve termine sui mercati rischiando anche piuttosto che accontentarsi di tassi ridicoli in Banca. Il web ha velocizzato il tutto proponendo un nuovo modello di investimenti. L’accessibilità delle piattaforme ha permesso il diffondersi di servizi legati al trading che se usati bene possono garantire dei margini molto più elevati dei semplici depositi.

Naturalmente bisogna affrontare gli investimenti con la giusta cultura che deve essere orientata al rischiare il meno possibile. Per fare trading bisogna prima studiare e creare le basi per poter investire e per questo ci vuole tempo. Il modo migliore per fare trading sicuro è partire dalle guide facendo corsi e frequentando gli eventi sul territorio.

Nel caso in cui le proposte delle banche tradizionali non siano convenienti è sempre possibile cominciare ad investire attraverso i servizi di intermediazione offerti dai broker

9 su 10 da parte di 34 recensori Fare trading online : ecco come iniziare in modo sicuro Fare trading online : ecco come iniziare in modo sicuro ultima modifica: 2016-04-30T20:17:24+00:00 da Domenico
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento