Roma, riaprono, riqualificate, tre aree verdi del centro storico

giaranciTornano fruibili al pubblico, dopo i lavori di riqualificazione, il Giardino degli Aranci all’Aventino, il Giardino di piazza Cairoli in via Arenula e Villa Aldobrandini nei pressi dei Mercati di Traiano.

Il giardino degli Aranci è stato riportato allo splendore del 1932, quando l’architetto De Vico lo ricavò dall’antico orto dei Dominicani di S.Sabina. Recuperati prato e arbusti, rinnovato l’arredo e posizionati cartelli con le regole di comportamento. A sostenere i costi del restauro (250.000 euro) la Fondazione Sorgente Group.

La riqualificazione dei giardini di piazza Cairoli ha visto la sostituzione degli alberi abbattuti, perché malati, con palme; la fontana monumentale pulita e restaurata; nuovi  arredi e nuovi cancelli che ne permettono la chiusura serale per evitare bivacchi e giacigli di fortuna. Costo dei lavori: 40.000 euro.

Per quanto riguarda Villa Aldobrandini il  Servizio Giardini di Roma Capitale ha realizzato, attraverso i finanziamenti di Arcus, il recupero delle specie botaniche già presenti nella villa e ormai estinte, il rinnovo degli arredi, il ripristino dell’impianto d’irrigazione e di alimentazione delle fontane, il rifacimento di sentieri e parte delle scogliere. Messi a norma gli affacci e restaurata la pavimentazioni di ciottoli. La Sovrintendenza Capitolina si è occupata del restauro di marmi antichi e piedistalli delle statue, della pulizia e della riattivazione delle fontane e del recupero degli elementi architettonici deteriorati dei padiglioni. Ancora in corso, nell’area archeologica, gli interventi di messa in sicurezza di murature e aree a rischio. Un complesso intervento di ripulitura dalle scritte vandaliche ha completato i lavori.

La Villa è ora dotata di un complesso sistema di videosorveglianza ed allarmi antiintrusione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, riaprono, riqualificate, tre aree verdi del centro storico Roma, riaprono, riqualificate, tre aree verdi del centro storico ultima modifica: 2016-04-24T03:32:41+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone