Coldiretti da Bonomi a Moncalvo – Cinque buoni motivi per tesserarsi

Avviato il ciclo di incontri formativi per giovani imprenditori agricoli con la prima lezione tenuta dal Direttore Regionale della Coldiretti di Basilicata Francesco Manzari, dal titolo “Il Progetto Coldiretti da Bonomi a Moncalvo – Cinque buoni motivi per tesserarsi a Coldiretti”, tenutasi a Matera, presso la Camera di Commercio, replicata poi a Potenza, presso la sede regionale dell’Organizzazione. Numerosa ed attenta la presenza di giovani.

Presenti all’incontro il Presidente Regionale Piergiorgio Quarto, la Delegata Regionale di Giovani Impresa Anna Maria Mazzeo, che ha portato i suoi saluti, e il Segretario Regionale di Giovani Impresa Giovanni Padula.

Manzari ha illustrato in maniera approfondita il percorso della Coldiretti, fondata negli anni ’40 da Bonomi, sottolineando la grandezza di un progetto che aveva come obiettivo quello di dare la dignità al mondo rurale, reduce da anni di guerre, e indicare un percorso di riscatto sociale ed economico. Tale percorso ha portato la Coldiretti a vedersi riconosciuta una grande credibilità e un ruolo di forza sociale, unica Organizzazione in Europa che ha un Progetto economico per le imprese agricole fondato sulla sostenibilità ambientale e sulla multifunzionalità.

Secondo Manzari “L’intento del corso è quindi quello di aggregare i giovani e le loro energie, creando un ‘vivaio imprenditoriale permanente e diffuso’, e sostenerli nella cultura di impresa e nella elaborazione di idee progetto volte a realizzare imprese innovative e sostenibili. Facilitare la crescita del capitale umano verso il vero Made in Basilicata, per favorire la competitività del settore e garantire un futuro alle nostre giovani menti e presidio ai nostri territori”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Coldiretti da Bonomi a Moncalvo – Cinque buoni motivi per tesserarsi Coldiretti da Bonomi a Moncalvo – Cinque buoni motivi per tesserarsi ultima modifica: 2016-04-24T03:32:33+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone