I raid della coalizione si fanno sentire sulle finanze dell’Isis

Sul Califfato incide anche l’avanzata via terra delle forze alleate. Le sue entrate si sono ridotte del 30% in un anno, indebolendo le capacità dell’Isis di reclutare militanti e garantire i servizi di base nelle aree controllate.

Isis in Libia

A rilevarlo uno studio della società di ricerca Ihs, secondo cui l’Isis ha perso il 22% del suo territorio in Iraq e in Siria negli ultimi 15 mesi.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone