Perché gli italiani spendono online 29 miliardi di Euro?

acquisti-onlineOramai non è più un segreto che gli italiani adorano acquistare online e i 29 miliardi di euro spesi nel 2015 ne sono la dimostrazione, considerando anche che la cifra continua ad aumentare anno dopo anno piuttosto velocemente (rispetto al 2014 è stato speso il 19 % in più) arrivando a toccare il 4 % della spesa totale di tutte le vendite in Italia. Ma perché cosi tante persone tendono ad acquistare online, che cosa ha di vantaggioso l’e-commerce? In questo articolo vogliamo cercare di rispondere proprio a questa domanda, soprattutto per chi non ha mai acquistato su internet o lo fa molto raramente.

Il primo vantaggio è sicuramente legato alla disponibilità: intesa sia come varietà dei prodotti che, a portata di un clic, sono decisamente maggiori rispetto a quelli che potrebbero esserci in un negozio tradizionale. Disponibilità poi possiamo intenderla anche come la possibilità di acquistare in qualsiasi momento, infatti, i negozi online non chiudono ma sono aperti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Questa è sicuramente una comodità soprattutto per chi non ha molto tempo di fare i propri acquisti.

Proprio la comodità ci collega al prossimo vantaggio dell’ecommerce perché, oltre a poter acquistare in qualsiasi momento, si può visitare un negozio online da qualsiasi parte del mondo ovunque ci sia un collegamento internet. Non serve nemmeno più essere dietro ad un computer perché con gli smartphone e i tablet, se vuoi puoi trovare quello di cui hai bisogno anche mentre sei stai aspettando l’autobus, la metropolitana o se sei fermo in auto per qualsiasi motivo.

pagamento onlineLa comodità di non doverti spostare comporta anche più velocità sia perché non devi prendere l’auto per andare nel negozio più vicino, sia perché non devi aspettare in fila alla cassa in attesa che sia il tuo turno (è sempre il tuo turno). Questo fatto della velocità apre poi la strada al risparmio, di tempo dovuto agli spostamenti, ma soprattutto di denaro per via dei frequenti sconti che molti ecommerce offrono ai loro clienti. Sono infatti tanti i negozi online che offrono sconti esclusivi (spesso agli iscritti delle loro newsletter).

Tutti questi vantaggi spingono gli italiani ad acquistare sempre più su internet, anche prodotti che spesso vengono considerati come difficili da commercializzare online. Un esempio sono i materiali elettrici che, nonostante le obiezioni di alcuni utenti, questo settore costituisce un’importante fetta dell’ecommerce in Italia (il 21% di tutta la spesa del 2015).

Il vantaggio più importante per l’acquisto di materiale elettrico è legato al fatto di non dover dipendere da un commesso che può anche non capire le tue necessità. Al contrario online sei tu che scegli da un ampio catalogo, come ad esempio avviene sul sito puntoluce.net (esperti nella vendita online di materiale elettrico, dove è possibile consultare istantaneamente più di 8.000 prodotti). Inoltre la scelta dei prodotti è più semplice e sicura, perché invece di basarti sui consigli di un commesso che per quanto possa essere preparata ha comunque un certo margine di errore, hai a disposizione tantissime recensioni di altri clienti che si sono trovati nella tua stessa situazione già prima di te.

Qualcuno però potrebbe dire che per acquistare del materiale elettrico bisogna vederlo e toccarlo, in realtà questo non è necessariamente vero perché, oltre ad avere tantissimi elementi per scegliere, gli ecommerce sono tenuti, per leggere, ad offrire anche il reso gratuito. Se quindi non sei soddisfatto di quello che hai acquistato puoi riconsegnarlo e chiedere il rimborso. Infine, per alcuni il problema delle spedizioni a distanza è un problema perché passa del tempo da quando acquisti il tuo prodotto a quando lo ricevi a casa o in ufficio. Beh, nel 2016 molti negozi online si so.no attrezzati per accelerare questo processo e spesso vengono recapitati entro 48 ore.

9 su 10 da parte di 34 recensori Perché gli italiani spendono online 29 miliardi di Euro? Perché gli italiani spendono online 29 miliardi di Euro? ultima modifica: 2016-04-19T12:25:47+00:00 da Carmine Di Donato
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento