Milano, il totem pedonale diventa smart con la nuova web app per mobilità e turismo

È cominciata l’applicazione sui totem pedonali degli sticker “intelligenti” che consentiranno l’accesso di smartphone e tablet alla web app “Milano Connect”.

Ai cittadini e ai turisti basterà infatti avvicinare il proprio device allo sticker, dotato di un codice QR e di un circuito NFC, per essere connessi automaticamente all’app “Milano Connect”, che permetterà loro di scegliere tra due opzioni diverse, una dedicata alla mobilità l’altra al turismo.

Cliccando sulla prima opzione l’utente viene reindirizzato al sito www.muoversi.milano.it, che identifica la sua posizione e fornisce tutte le informazioni relative a trasporto locale, Area C, consultazione del traffico in tempo reale o disponibilità di parcheggi nelle stazioni di interscambio.

La seconda opzione permette invece di scaricare “Visit Milano”, l’app del Comune che contiene tutte le informazioni e gli appuntamenti in città e consente di acquistare direttamente i biglietti per metro, tram e bus, trovare le stazioni di “BikeMi” più vicine, scoprire i luoghi da non perdere e gli itinerari più adatti ai propri interessi.

“Milano Connect è l’ultimo tassello dell’infrastruttura digitale di Milano Smart City – spiega l’assessore alle Politiche per il lavoro Cristina Tajani – che comprende le numerose applicazioni del Comune, gli open data, i sistemi informativi territoriali e i sistemi di gestione della mobilità e della sicurezza urbana. Da oggi cittadini e visitatori hanno un nuovo strumento per avere a portata di smartphone le informazioni sulla mobilità e l’offerta turistica e culturale della città”.

Ognuno dei 100 totem pedonali presenti in città, che guidano milanesi e turisti alla scoperta di luoghi, monumenti, parchi e servizi, ospiterà quattro sticker. L’installazione è cominciata oggi in via Beccaria e proseguirà sino a spostarsi nelle zone più periferiche fino alla copertura totale di tutti i totem.

“Milano Connect” nasce grazie alla collaborazione fra il Comune di Milano e la società francese Connecthings.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone