Taglio del nastro per il pisano Simone Sbrana: a Vallelunga la prima nel Trofeo Italiano Amatori

Progetti ambiziosi per il pilota pisano: protagonista lo scorso anno nel Michelin Power GP, il 22enne si accinge ora a compiere un salto di qualità importante con la partecipazione al Trofeo Italiano Amatori.

Sarà ancora a tinte tricolori la stagione agonistica 2016 di Simone Sbrana. A meno di una settimana dalla prima prova in calendario, il pilota 22enne di San Giuliano Terme annuncia programmi e obiettivi della stagione alle porte, che lo vedrà recitare il ruolo dell’emergente nel Trofeo Italiano Amatori, il più importante campionato italiano riservato ai non professionisti, in sella ad una Honda CBR1000 RR gommata Metzeler Racetec RR e curata nei minimi dettagli dal meccanico fiorentino Daniele Cafaro. Forte dei tre anni di apprendistato nel Trofeo Michelin Power GP, complice un 2015 tutto da ricordare, caratterizzato da un crescendo di risultati e culminato con il 3° posto assoluto classe ‘EVO’, primo tra i Rookie e tra gli Under 23, la principale novità per il centauro toscano è rappresentata dall’impegnativo salto di categoria, con il passaggio dalla 600 alla 1000. Cinque date in Coppa Italia, più una data in Coppa FMI per un totale di sette gare da disputarsi sui più importanti circuiti d’Italia determinano il calendario del Trofeo Italiano Amatori 2016, che prenderà ufficialmente il via il 23-24 aprile prossimi sul tecnico tracciato romano di Vallelunga, proseguendo poi con Misano (5 giugno), Mugello (26 giugno), Misano (24 luglio), Mugello (28 agosto) e ancora Mugello (2 ottobre) per il gran finale. Dopo il primissimo shake down effettuato lo scorso gennaio a Cartagena, per presentarsi al meglio all’appuntamento capitolino il pilota toscano è sceso in pista per una prima giornata di test ufficiali presso il Circuito di San Martino del Lago (Cremona), utile soprattutto per prendere confidenza con il nuovo mezzo e trovare una prima impostazione di base in grado di garantire un buon set up di partenza su cui lavorare. Il meteo favorevole ha permesso l’acquisizione di una buona mole di dati e informazioni in vista del debutto stagionale, lasciando il classe 1994 ed il proprio staff carichi di sensazioni positive, in attesa dei verdetti della pista.

Simone Sbrana #94: “E’ ufficiale: dopo averci pensato e ripensato è con dispiacere che, dopo tre anni chiusi con il massimo delle soddisfazioni, lasciamo Michelin per una nuova avventura nel Trofeo Italiano Amatori. Una scelta dettata essenzialmente dalla voglia che avevamo di provare pneumatici nuovi. Nel momento in cui abbiamo deciso di cambiare moto, infatti, abbiamo deciso di valutare anche il passaggio a Metzeler che, essendo monogomma ufficiale del trofeo, ci permetterà finalmente di confrontarci ad armi pari con i nostri avversari. Sono pronto a proseguire nel mio percorso di crescita affrontando questa nuova avventura con la consapevolezza di avere tutto per fare bene: il feeling con la moto si è rivelato buono fin da subito, anche se per definire con chiarezza traguardi e obiettivi è ancora presto. La classifica ufficiale degli iscritti non è ancora uscita per cui non conosco neppure gli avversari che affronterò. Partiremo come sempre con estrema umiltà, consapevoli di poter apprendere tanto da questa nuova sfida. Spero di poter stare nei primi sei in tutte le gare e provare a fare podio: sarebbe già un ottimo risultato. Vedremo poi a fine stagione dove ci collocheremo, speriamo il più in alto possibile. Sicuramente il primo traguardo che mi pongo è quello di migliorare in qualifica, sul giro secco, per provare a partire qualche posizione più avanti rispetto allo scorso anno e non dovermi trovare poi a rincorrere il gruppetto di testa. Del resto il primo test ufficiale effettuato a San Martino del Lago con le gomme nuove ci lascia ben sperare. Purtroppo, nonostante la bella giornata, le temperature non troppo elevate ci hanno impedito di stabilire un paragone adeguato ma, analizzando i tempi fatti registrare in una superpole dello scorso settembre, eravamo assolutamente in linea con i primi. Devo essere un po’ più convinto e sicuro di me stesso: conosco la competitività di questa moto e so che posso fare di più, il feeling c’è, devo solo essere più incisivo. Sono comunque contento perché sto imparando tanto con il 1000, rispetto al 600, e mi diverto un casino a guidarlo. I programmi della stagione sono molto ambiziosi e mi sento di ringraziare subito i miei sponsor, Colortecnicapro, Street People, Autocarrozzeria La Fontina e la squadra Promocorse Sicurezza Sport Eventi, nella persona di Stefano Mazzotti, senza i quali non saremmo certamente qui a commentare l’imminente inizio delle competizioni. Non vedo l’ora di poter riallacciare il casco e abbassare finalmente la visiera”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone