Fortissimo terremoto in Giappone, almeno 19 case crollate, morti e decine di feriti

Lo sciame sismico di notevole intensità è stato registrato attorno al monte Aso, il maggior vulcano attivo dell’arcipelago. L’agenzia meteorologica nazionale ha segnalato la prima scossa di magnitudo 6.4 alle 21.26 (13.26 in Italia) con l’epicentro di 10 km nella prefettura di Kumamoto, 1.300 km a sud-ovest da Tokyo. Secondo le prime testimonianze il terremoto è cresciuto di intensità durando fino a 30 secondi, e una seconda scossa di assestamento, di magnitudo 5.7 si è verificata 40 minuti dopo.

Nelle successive 4 ore la zona ha registrato una sequenza di almeno 11 scosse con magnitudo sostenute fino a 6.4, costringendo i residenti a rimanere nelle strade. Il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha menzionato il crollo di 19 abitazioni e il ferimento di almeno 12 persone. Si registrano almeno 3 vittime. Settanta persone si sono sottoposte a cure in ospedale. Nessun allarme tsunami è stato lanciato mentre l’Autorità per la Sicurezza Nucleare non ha segnalato anomalie alle centrali nucleari di Sendai e di Genkai nelle vicine prefetture di Kagoshima e Saga.

Anche i servizi dei treni Shinkansen sono stati sospesi a titolo precauzionale. Le attività di soccorso continueranno durante la notte: diverse persone infatti sono rimaste intrappolate sotto le macerie dopo i crolli.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone