Entusiamo alle stelle per il concerto-debutto della Giovane orchestra metropolitana di Venezia

L’entusiasmo esplosivo e la passione travolgente per la musica della neonata Giovane Orchestra Metropolitana GOM ha contagiato gli spettatori del Toniolo che hanno accolto con grande calore, domenica 10 aprile, l’esordio sulla scena di una delle più promettenti realtà musicali del territorio.
Cuore del progetto IoSuonoMusica – iniziativa frutto della collaborazione tra Assessorato alle Attività culturali del Comune di Venezia, Ufficio scolastico di Venezia ed Amici della Musica di Mestre –, la GOM ha visto impegnati una cinquantina di giovani e giovanissimi musicisti, insieme ai loro docenti.

L’orchestra comprende un’ampia varietà di strumenti: violini, violoncelli, flauti, clarinetti, sassofono, trombe, tromboni, chitarre, arpe, pianoforti, percussioni.
I mesi di lavoro durante i laboratori orchestrali, tenutisi da novembre ad aprile presso il Teatro Momo e la Sala del Dopolavoro ferroviario di Mestre, hanno dato certamente ottimo esito, considerando che si tratta per la quasi totalità di giovani studenti delle scuole medie inferiori e superiori che, proprio grazie alla GOM, hanno potuto fare esperienza per la prima volta della bellezza di fare musica insieme.
Il programma, ideato e sapientemente arrangiato dal direttore Pierluigi Piran e dai docenti, è stato articolato seguendo il filo conduttore della danza, in un arco di tempo dal sedicesimo secolo al contemporaneo spaziando tra Europa, America e Russia.

Ogni esecuzione è stata introdotta da una breve presentazione biografica del compositore curata dai giovani orchestrali. In repertorio le danze rinascimentali di Gian Giacomo Gastaldi, Amor Vittorioso e di un anonimo francese, Tourdion, fino al più celebre dei walzer viennesi ottocenteschi, Sul bel Danubio blu di Johann Strass Jr.

Quindi un assaggio di Novecento, con una selezione di musiche molto famose e di piacevole ascolto: dalla Russia di Sergei Prokofiev, Montecchi e Capuleti dal balletto Romeo e Giulietta, e Dimitri Shostakovich, The second Waltz dalla Jazz Suite n. 2, agli Stati Uniti, con Leonard Bernstein, West Side Story Fantasy.
Infine un volo sulle coinvolgenti sonorità del tango argentino, con Astor Piazzolla, Libertango, ed il suo maestro Alberto Ginastera, Danza final.

Un programma che si è dipanato in un continuo crescendo nella manifestazione della personalità e del carattere della giovane orchestra, suscitando l’entusiasmo del pubblico presente.
Grande e meritata la soddisfazione dei giovani orchestrali, che hanno creato un gruppo coeso ed affiatato insieme ai loro docenti.

In conclusione, i ringraziamenti del direttore Piran alle amministrazioni che hanno dato vita al progetto, ai docenti, ai musicisti ed alle loro famiglie.

9 su 10 da parte di 34 recensori Entusiamo alle stelle per il concerto-debutto della Giovane orchestra metropolitana di Venezia Entusiamo alle stelle per il concerto-debutto della Giovane orchestra metropolitana di Venezia ultima modifica: 2016-04-14T00:10:25+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone