Thiene, ignoti hanno profanato la tomba di Matteo Miotto

“Un atto ignobile da condannare con fermezza perché ferisce la memoria di un giovane della nostra terra che ha perso la vita in missione di pace” afferma il sindaco di Vicenza Achille Variati.

Ignoti hanno profanato la tomba di Matteo Miotto, ucciso a 24 anni in Afghanistan il 31 dicembre 2010, nel cimitero di Thiene. “Mi auguro che possa essere individuato quanto prima il responsabile di questo vile gesto – prosegue Variati – ed esprimo solidarietà alla famiglia di Matteo Miotto, al Corpo degli Alpini, alle associazioni delle Penne Nere e al sindaco di Thiene per questo atto di grave inciviltà”.

Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone