Salerno, romeno arrestato aggredisce gli agenti della Municipale

Ecco quanto si legge in un comunicato dell’Amministrazione comunale di Salerno. “In data 06 Aprile u.s. nostro personale dipendente, di servizio automontato, alle ore 19.00 circa nel transitare sulla via P. De Granita, notava nei pressi dei semafori una persona che importunava con pressanti richieste di danaro i conducenti di veicoli creando, oltre che intralcio alla circolazione, anche situazioni di pericoli per se e per gli altri. Gli Agenti procedevano pertanto, nonostante i suoi manifesti dinieghi, ad allontanarlo dalla sede stradale. Nel richiedere le sue generalità questi, oltre a non volerle riferire, iniziava ad inveire nei confronti di uno degli Agenti, spintonandolo e cercando di colpirlo con pugni, costringendo lo stesso ad un tentativo di immobilizzazione al quale opponeva forte resistenza, scalciando e sbracciando con violenza. A questo punto il secondo agente interveniva in aiuto del collega cercando di immobilizzare la persona che con gomitate e calci li colpiva ripetutamente, fino a quando non si riusciva ad immobilizzarlo anche grazie all’intervento di altri colleghi nel frattempo giunti sul posto e a introdurlo nell’auto di servizio per essere accompagnato al Comando. Lungo il tragitto questi continuava ad inveire nei confronti degli Agenti con frasi forti e minacciose. Una volta al Comando, dopo le attività di rito e la sua identificazione, dalle quale risultava essere persona di nazionalità Rumena, veniva deferito all’Autorità Giudiziaria, sottoposto agli arresti e messo a disposizione dell’inquirente per il rito in direttissima disposto per la giornata odierna.

Gli agenti intervenuti si vedevano costretti, a seguito del predetto intervento, a far ricorso alle cure dei sanitari, i quali diagnosticavano per entrambi, lesioni guaribili in gg. 10.

L’Amministrazione Comunale ed il Comando di P.M., esprimono la massima solidarietà per gli Agenti intervenuti, nonché a tutti gli appartenenti al Corpo per la loro abnegazione, il senso del dovere e lo spirito di sacrificio che dimostrano durante le quotidiane attività d’istituto”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone