Serie B 34.esima giornata, Crotone di nuovo in vetta dopo il successo sul Lanciano. Budimir in gol su rigore

il rigore realizzato da budimirMister Juric lo aveva detto alla vigilia dell’incontro: “Sarà un incontro difficile contro una squadra che sta disputando un buon girone di ritorno avendo nel proprio organico ottimi giocatori”. Nel dopo partita il tecnico pitagorico ha confermato: “bene la prima mezzora da parte dei miei giocatori, dopo è stato più difficile per merito degli avversari. In questi casi si vince con il carattere, l’importante era conquistare i tre punti per continuare a mantenere invariata la distanza, ed eventualmente aumentarla dalla terza”. Ed a proposito della prestazione singola di qualche rossoblù, Juric ha detto: “Stoian ha fatto cose giuste e la sostituzione è dovuta a motivi tecnici. Per quanto riguarda la sicura promozione mancano ancora dieci punti, o meno, se gli inseguitori non vincono tutte le partite”.

Ante Budimir, il bomber rossoblù è felice più degli altri per il successo del Crotone: “non voglio parlare del rigore se assegnato giustamente, questo è argomento dell’arbitro. Per quanto mi riguarda è stata una settimana importante per l’evento del contratto sottoscritto con il Crotone e per il gol vincente messo a segno contro il Lanciano. Voglio il primo posto in classifica a fine campionato e voglio vincere le otto partite rimaste”.

Il tecnico del Lanciano Maragliulo: “ sono rammaricato del risultato avendo la mia squadra disputato una buona partita. Il Lanciano è venuto a Crotone per giocare a viso aperto e così è stato, pur trovandoci di fronte ad un avversario forte. Dopo il rigore subito abbiamo reagito bene e potevamo pareggiare se fossimo stati più attenti in fase offensive. Le assenze non hanno penalizzato la qualità del gioco in quanto abbiamo disputato una buona gara. Di Francesco è stato sostituito degnamente e non esiste la controprova che potevamo fare meglio con lui in campo”.

Il Crotone conquista altri tre importanti punti contro la Virtus Lanciano e se anche tutte le inseguitrice dovessero vincere sabato rimarrà invariata la distanza di quattordici punti dalla terza. Come dire: tifosi pitagorici iniziate a preparare i festeggiamenti per la promozione in serie A.

Sul terreno dell’Ezio Scida la Virtus Lanciano ha fatto cio’ che ha potuto per conquistare qualche punto ma senza riuscirci. La “colpa” è di mister Juric che ancora una volta a mischiato le carte ed ha presentato un Crotone guidato da Budimir in gran forma. Il rossoblu’ ha rinnovato il contratto con il Crotone per altri tre anni e questo lo ha caricato ancora di piu’. Assenti Ferrari (squalifica) Modesto, Zampano, Paro, dentro Cremonesi, Martella, Capezzi, Budimir. Assetto tattico iniziale 3-4-3 con Budimir punta centrale sostenuto ai lati da Palladino a sinistra e Stoian a destra. Reparto mediano con Capezzi e Salzano interni e Di Roberto, Martella sulle fasce. Lanciano con la sola novita’ del portiere Gragno in sostituzione di Casadei. Per il resto della formazione la conferma dei dieci/undicesimi sconfitti (0-1) in casa dal Perugia. Ferrari punta avanzata nel modulo 4-3-2-1 con Marilungo e Vastola dietro la punta e con Rocca, Bacinovic, Vitale in fase di copertura. Primi dodici minuti di reciproco studio a centrocampo da entrambe senza affondare le giocate. Prime linee poco incisive, portieri inattivi. Primo tiro in porta di Stoian al quindicesimo minuto, pallone che sfiora il palo alla sinistra del portiere. Il Crotone continua nelle viocate offensive ed al diciassettesimo minuto show di Palladino con assist per Di Roberto che manda il pallkne a sorvolae la traversa. Crotone con piu’ convinzione del Lancino in fase offensiva. Al minuto ventunesimo e al ventitreesimo Salzano si procura due ottime giocate per impensierie Gragno. Al quarantesimo minuto e’ la volta di Stoian a tirare da fuori area, anche in questa occasione il pallone sfiora il palo. Non sta fermo la Virtus Lanciano e si fa notare con l’ex Ferrari. La migliore occasione a favoe della Virtus al minuto quarantadue la sciupa Rigioni che da pochi passi calcia il pallone sulle mani di Cordaz. Il risultato di parita’ della prima parte e’ il giusto risultato. Palladino il migliore rossoblu’, Ferrari il voto piu’ alto tra i suoi compagni. Il vantaggio di marca rossoblu’ lo costruisce tutto Budimir. Il bomber locale attraversa tutto il campo palla al piede fino a dentro l’area di rigore dove viene atterrato. Massima punizione, dagli undici metri batte lo stesso Budimir che realizza il quattordicesimo gol stagionale. Non crolla la Virtus dopo lo svantaggio, la mossa di Maragliulo di sostituire il difensore Amenta con il centrocampista Milinkovic allunga la squadra che sovente e’ in area di rigore. Mister Juric non intende far soffrire la propria squadra e richiamo per stanchezza Stoian sostituito da Ricci. Lanciano atrazione anteriore con l’ingresso della punta Bonazzoli per il centrocampista Rocca. L’intento e’ mettere in difficolta’ il Crotone in fase difensiva ma senza riuscirci perche’ tra i locali c’e’ un Palladino in piu’. Risultato finale con il minimo scarto, ma questo e’ giustificato giacche’ affrontare la capolista carica tutti gli avversari. Non ha deluso la Virtus che esce dallo Scida a testa alta. Una squadra che fara’ di sicuro un ottimo finale di campionato. Da stasera Crotone con un piede e mezzo gia’ in serie A.

Crotone     1

Lanciano   0

Marcatori: Budimir (r) 50°

Crotone(3-4-3): Cordaz, Garcia Tena, Claiton, Cremonesi, Di Roberto (Zampano), Capezzi, Salzano, Martella, Palladino, Budimir, Stoian (Ricci). All. Juric

Lanciano(4-3-2-1): Gragno, Aquilanti, Rigione, Amenta (Milinkovic), Di Matteo, Rocca (Bonazzoli), Bacinovic (Giandonato), Vitale, Vastola, Marilungo, Ferrari. All. Maragliulo

Arbitro: Ivano Pezzullo di Lecce

Coll. Stefano Liberti (Pisa) – Giuseppe Opromolla (Salerno)

Quarto giudice: Carlo Amoroso di Paola

Ammoniti: Vastola, Di Matteo, Rigione, Cremonesi, Claiton,

Angoli: 9 a 5 per la Virtus Lanciano

Recupero: 1 e 4 minuti

Spett. tot. 8.488 € 64.345; biglietti 4.812 € 48.712; abbonati 3.676 rateo € 15.633

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone