Pisapia: “15 nuovi treni ottima notizia per Milano”

“Ancora una volta Milano è capofila in Italia per quel che riguarda la mobilità sostenibile. Investimenti come quello presentato oggi da ATM per l’acquisto di 15 nuovi treni della metropolitana, che andranno a rinnovare ulteriormente la flotta della M2, sono un’ottima notizia per chi vive, lavora e studia a Milano, sottolineano quanto la nostra azienda di trasporti sia solida e sono una conferma dell’ottima capacità gestionale e operativa messa in campo in questi cinque anni da ATM”.

Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia in merito all’annuncio di Atm di un nuovo investimento da 109 milioni di euro per 15 treni Leonardo. I nuovi mezzi saranno messi in servizio sulla linea verde, la più estesa di tutta la città (40 chilometri e 35 stazioni), che nel 2015 ha trasportato circa 115 milioni di persone.

“Un’operazione importante, in aggiunta a quella del 2012 grazie alla quale Milano può contare su 30 nuovi treni lungo le linee rossa e verde, che dimostra la grande attenzione di questa Amministrazione al potenziamento dei mezzi di trasporto alternativi all’auto privata. Basti pensare allo sviluppo del bike sharing, che ormai tocca tutta la città con 300 stazioni e 50mila abbonati, alla nascita del car sharing a flusso libero che ha conquistato 340mila abbonati, al rinnovo del parco autobus con mezzi meno inquinanti, al completamento della linea M5 della metropolitana”, prosegue il Sindaco.

“Milano ha scommesso e continua a scommettere sulla mobilità sostenibile, perché siamo convinti che ampliare e migliorare le opportunità per muoversi nel rispetto dell’ambiente sia il modo migliore per convincere sempre più persone a scegliere mezzi pubblici o in condivisione”, conclude il Sindaco Pisapia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Pisapia: “15 nuovi treni ottima notizia per Milano” Pisapia: “15 nuovi treni ottima notizia per Milano” ultima modifica: 2016-03-30T02:39:03+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone