Blitz anti-terrorismo in provincia di Chieti arrestato marocchino di 37 anni

Gli uomini della Digos hanno arrestato il marocchina di 37 anni accusato di incitare i musulmani a compiere stragi.

Il nordafricano, sposato e padre di due figli, in Italia con regolare permesso di soggiorno per lavorare in una macelleria, si era avvicinato alle posizioni dell’Islam più radicale e si spacciava per imam.

Nelle sue predicazioni elogiava i massacri compiuti dall’Isis e faceva proseliti tra i suoi conoscenti per invitarli a unirsi alla Jihad. Le forze dell’ordine hanno deciso di fermarlo, in via preventiva.

La locale Questura ha firmato il provvedimento di espulsione, disponendo il rimpatrio in Marocco.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone