Milano, oltre 1500 persone alla scoperta di Villa Lonati e del Museo Botanico

Grande apprezzamento per il polo comunale dedicato al verde tra le vie Zubiani e Margaria. Sono stati oltre 1.500 i milanesi che nel corso delle due giornate del Fai hanno avuto modo di apprezzare e scoprire i tesori di Villa Lonati.

“Il mio grazie và soprattutto a tutti i volontari del Fai e ai giovani ciceroni che hanno reso possibile la scoperta di questo gioiello verde da parte dei cittadini milanesi” così l’assessora al Benessere, Tempo Libero e Verde di Palazzo Marino Chiara Bisconti che prosegue: ”Per chi non fosse riuscito a vivere il fascino di questo angolo di verde in città l’appuntamento è per il 7 e 8 maggio all’interno della manifestazione florovivaistica Orticola e il 14 e 15 maggio con gli eventi di Green City Milano, senza dimenticare il Festival della Biodiversità e la Festa del Mais”. “Come Amministrazione – conclude l’assessora – siamo convinti che la conoscenza delle bellezze naturalistiche della nostra città, in particolar modo negli spazi pubblici, siano un tassello fondamentale per una città sempre più a misura di natura, dove la cura partecipata del verde migliora la qualità della vita e delle relazioni”.

Villa Lonati, il Museo Botanico in via Margaria – inaugurato nell’ottobre 2015 e dedicato alla fondatrice della prima scuola di agraria femminile Aurelia Josz (Firenze 1869/Auschwitz Birkenau 1944) – e le aree verdi circostanti hanno aperto le proprie porte. Ad accogliere i visitatori e condurli alla scoperta degli angoli più suggestivi 80 studenti del liceo scientifico Leonardo Da Vinci e dell’istituto tecnico per l’agricoltura Vilfredo Pareto che per l’occasione si sono trasformati in “cicerone per un giorno”.

Villa Lonati, tipica cascina lombarda a corte risalente al XV secolo, è sede di “Comunemente verde”, il progetto di formazione e promozione della cultura del verde e della biodiversità che da cinque anni organizza corsi formativi, visite guidate, tirocini scolastici e workshop dedicati alla biodiversità con la creazione di microambienti naturali e l’organizzazione di percorsi botanici dedicati.

Villa Lonati e il Museo Botanico si estendono su un’area di circa 24 mila metri quadrati e attualmente ospita un edificio polifunzionale di circa 300 mq rivestito di verde, un percorso d’acqua con punti d’osservazione della flora e della fauna acquatiche, il frutteto dei patriarchi che raccoglie 27 specie fruttifere e il labirinto dei cereali che ospita circa 7.500 piante di varietà originarie e rare. Molti altri progetti sono in corso per espandere l’offerta del Museo Botanico, dalla messa a dimora di piante spondali lungo il percorso d’acqua alla definizione delle realizzazioni future di una barriera verde anti-smog, un bosco e un percorso di terra per illustrare la vita segreta nel suolo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, oltre 1500 persone alla scoperta di Villa Lonati e del Museo Botanico Milano, oltre 1500 persone alla scoperta di Villa Lonati e del Museo Botanico ultima modifica: 2016-03-22T02:10:40+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento