Vibo Valentia, confiscati 6 milioni ad imprenditore riconducibile ai “Molè” di Gioia Tauro

I Finanzieri di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di confisca di beni per quasi 6 milioni di euro riconducibili a un imprenditore di Vibo Valentia, ritenuto appartenente alla cosca di ‘ndrangheta “Molè” di Gioia Tauro, con ramificazioni operative sul territorio nazionale.

All’imprenditore, già condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione per associazione per delinquere di tipo mafioso e altri reati, sono state confiscate 2 imprese, immobili e depositi di risparmio.


laprimapagina 2016 Richiedi