Verona, il sistema veneto della moda

Venerdì 18 marzo, a partire dalle 10.30, con termine previsto alle ore 17 nell’aula magna del dipartimento di Scienze giuridiche dell’università  di Verona (in via Carlo Montanari, 9) si terrà la conferenza “L’industria della moda nell’Unione Europea”.

L’appuntamento è rivolto ai giovani che ambiscono ad operare in questo settore, ai rappresentanti delle istituzioni europee, docenti universitari, professionisti nel settore della moda, giornalisti e avvocati, esperti di innovazione e consulenza manageriale.

Sarà anche l’occasione per presentare il progetto “Univr Fashion Week” (UnivrFW), co-finanziato dall’Unione europea e dedicato alle principali sfide in ambito giuridico ed economico che l’industria della moda italiana ed europea si trova oggi ad affrontare all’interno del mercato globale. L’iniziativa, aperta a tutti, previo accreditamento, verrà inaugurata dai saluti di Donata Gottardi, direttrice del dipartimento di Scienze giuridiche dell’ateneo scaligero, Matteo Ortino, direttore della scuola di dottorato in Scienze giuridiche ed economiche, Maria Caterina Baruffi, docente di diritto internazionale e coordinatrice accademica di UnivrFW e Roberto Santaniello, membro della Commissione europea. La giornata sarà strutturata in due sessioni: la prima con avvio alle 10.30 dedicata all’impatto della moda nell’economia anche a livello locale e regionale, con uno specifico riferimento all’e-commerce, al concetto di innovazione e alla consulenza commercialistica e fiscale nel settore. La seconda sessione, con inizio alle 14.30, con un focus sulle prospettive storiche del settore e la consulenza in ambito legale. Parteciperanno, con interventi programmati, anche i docenti della prima edizione della “Summer School UnivrFW”, in programma dal 20 al 25 giugno, e centrata su temi di interesse per il settore moda secondo un profilo europeo e internazionale.

L’evento è accreditato da: Ordine degli avvocati di Verona (3 cf), Ordine nazionale dei giornalisti (5 cf), corso di laurea in Scienze della comunicazione (1), collegio didattico di Giurisprudenza (1), collegio didattico di Lingue e Letterature straniere (1), scuola di dottorato in Scienze giuridiche ed economiche (1,25) dell’Università degli Studi di Verona.

La coordinatrice del progetto Maria Caterina Baruffi: «È la prima, unica iniziativa Jean Monnet in Italia, che la Commissione ha ritenuto fondamentale avviare con l’Università di Verona per formare i futuri professionisti – uomini e donne – della moda. Un progetto che valorizza la dimensione territoriale, che nel caso del Veneto vede operare marchi e imprese di fama internazionale. Una realtà regionale, quella della moda, che crea occupazione, fa innovazione, valorizza il design e la creatività italiana, e produce il made in Italy. Il ruolo dell’Unione europea in questo caso è quello di motore propulsivo, attraverso norme che vogliono rispondere a pieno ai bisogni dei territori, e delle rispettive vocazioni economiche».

Condividi su:Share on Facebook6Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone