Guerra totale nel centrodestra, Salvini candida Meloni a Roma e Morano a Torino

L’immagine del palco con insieme Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi sembra uno sbiadito ricordo. Eppure è trascorso pochissimo tempo. Un leader in ascesa (Salvini) e una guida storica (Berlusconi) si scontrano. Il Matteo del centrodestra alza la posta e vuole contarsi. In vista della sfida nazionale. Ne fanno le spese le alleanze che saltano prima a Roma ora a Torino.

Matteo Salvini non appoggia più il candidato sindaco di Torino di Forza Italia, Osvaldo Napoli. “Non è un candidato valido, si è perso troppo tempo. Se Berlusconi non vuole politici, ma imprenditori e professionisti, la persona giusta è il notaio Alberto Morano. Non imponiamo nulla a nessuno, ma non vedo alternative”, ha argomentato.

A Roma il centrodestra si è diviso tra Guido Bertolaso, candidato da Silvio Berlusconi, e Giorgia Meloni voluta da Matteo Salvini.

berlusconi-salvini insieme a bologna

Alberto Morano, 58 anni, ha svolto la pratica notarile presso lo studio del Notaio Marocco di Torino. Dal 1987 al 1990 ha lavorato presso Citibank MA, Filiale di Milano, quale consulente legale nell’area del corporate finance. Iscritto al ruolo dei Notai dei Distretti Riuniti di Torino e Pinerolo da 26 anni, nei mesi scorsi il notaio ha avanzato la propria disponibilità a candidarsi sindaco del capoluogo piemontese per il centrodestra.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone