Livorno, Massimo Spagnoli uccide Ino Neagovici, i due abitavano insieme in corso Amedeo

Il rumeno Ino Neagovici, 47 anni, abitava nello stesso appartamento di Massimo Spagnoli, ex artigiano di 70 anni, con piccoli precedenti penali. Il romeno è stato accoltellato dal pensionato. Sembra che tra i due sia scoppiata una lite e che il pensionato abbia afferrato un coltello. Nella lite il quarantenne è rimasto ferito.

Lo stesso anziano, già interrogato dal pm e ora in carcere a Livorno, ha dato l’allarme alle forze dell’ordine, spiegando che che c’era stato il ferimento del suo coinquilino. Ha poi atteso i soccorsi sotto casa.

Il settantenne avrebbe raccontato agli investigatori che in seguito ad una lite per futili motivi, il romeno gli si sarebbe scagliato contro e che per difendersi e per cercare di dissuaderlo si sarebbe armato del coltello. Il magistrato ha disposto l’autopsia sul corpo del quarantasettenne.

9 su 10 da parte di 34 recensori Livorno, Massimo Spagnoli uccide Ino Neagovici, i due abitavano insieme in corso Amedeo Livorno, Massimo Spagnoli uccide Ino Neagovici, i due abitavano insieme in corso Amedeo ultima modifica: 2016-03-13T13:25:03+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone