Bologna, Archiginnasio d’Oro a Isabella Seragnoli lunedì 14 marzo la cerimonia di consegna

Lunedì 14 marzo, alle ore 18 nella sala dello Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio, piazza Galvani 1, il sindaco di Bologna, Virginio Merola, conferirà L’Archiginnasio d’oro a Isabella Seragnoli. La motivazione sarà letta dalla presidente del Consiglio comunale Simona Lembi.

L’Archiginnasio d’oro, riconoscimento dedicato a personalità che si sono distinte nel campo della cultura e della scienza, viene assegnato a Isabella Seragnoli con la seguente motivazione:

“Isabella Seragnoli alla guida del gruppo industriale di famiglia ha adottato un modello imprenditoriale socialmente responsabile, con progetti rivolti alle aziende e al territorio, che mettono al centro la cura delle persone e delle relazioni. Ha promosso un nuovo modello di filantropia imprenditoriale, che unisce la gestione imprenditoriale del patrimonio alla necessità di rispondere ai bisogni della società. “Chi ha ereditato o creato un patrimonio porta la responsabilità di come utilizzarlo anche verso i bisogni del territorio”. “La filantropia nasce dal desiderio di bilanciare il vissuto. Sensibili alla filantropia si nasce, per predisposizione genetica, ma filantropi si diventa. La vocazione è il miracolo da realizzare con se stessi, arrivare a capirsi e agire di cuore” ha dichiarato.
Ha affiancato la gestione economica con azioni di welfare aziendale incrementando le azioni che rispondono alle esigenze dei collaboratori e ne garantiscono il benessere sul luogo di lavoro, dal punto di vista ambientale e fisico. Ha messo a disposizione della collettività risorse e competenze del gruppo imprenditoriale, creando un circolo virtuoso tra attività profit e non profit giungendo a realizzare qualificanti progetti, sia in ambiti collegati all’attività di impresa che in ambiti più strettamente collegati ai bisogni sanitari ed assistenziali delle persone.

Fin dagli anni settanta, la famiglia Seragnoli ha destinato risorse a sostegno di enti di primaria importanza per il territorio nell’ambito sociosanitario e medico-scientifico, con la realizzazione di
• Istituto di Ematologia e Oncologia Medica “Lorenzo e Ariosto Seragnoli” del Policlinico S. Orsola di Bologna
• Reparto di Oncologia ed Ematologia Pediatrica L. Seragnoli del Policlinico S. Orsola di Bologna
• Hospice Maria Teresa Chiantore Seragnoli, per pazienti oncologici non guaribili, attualmente Fondazione Hospice M. T. Chiantore

Seragnoli, cui è stata affidata anche la gestione dell’Hospice Bellaria e dell’Hospice Casalecchio. Una struttura di assistenza, una scuola di formazione, un centro di ricerca ed una residenza. Attualmente l’attenzione è rivolta alla realizzazione di un Hospice pediatrico, permigliorare la qualità della vita di bambini e adolescenti e quella delle loro famiglie, in tutte le fasi della malattia.
Nel 2003 dà vita alla Fondazione Isabella Seragnoli, una organizzazione non profit privata ed indipendente, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare attività e progetti per la comunità che raggiungano elevati standard di eccellenza, riproducibilità e sostenibilità nel tempo, operando in partnership e sussidiarietà con istituzioni pubbliche e imprese private.

Gli ambiti di intervento della Fondazione sono principalmente nei settori socio-sanitario (cure palliative, disturbi della nutrizione, oncologia) e socio-culturale, per consolidare e coordinare le iniziative realizzate nel passato e svilupparne di nuove, tra queste:
• Casa Ail, struttura residenziale gratuita per familiari e pazienti dimessi dall’Istituto di Ematologia e Oncologia L. e A. Seragnoli;
• Centro Gruber per la cura e l’assistenza dei disturbi del comportamento alimentare;
• Accademia delle Scienze di Medicina Palliativa per promuovere la cultura delle Cure Palliative attraverso la formazione professionale e organizzativa, e lo sviluppo di programmi di ricerca di base, clinica e preclinica. L’Accademia è sede del Master di 1º livello in Organizzazione, Gestione e Assistenza in Hospice Residenziale e Domiciliare, in collaborazione con la Facoltà di Medicina dell’Università di Bologna;
• Sostegno a progetti locali e nazionali a supporto della cultura, della formazione, della ricerca e dell’assistenza socio-sanitaria;
• Iniziative socio-culturali a favore dell’impresa e della comunità.

Con la Fondazione MAST, inaugurata nel 2013, di cui è Presidente, ha realizzato a Bologna il complesso del MAST (Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia) offrendo attività e servizi aperti al pubblico, basati su innovazione, sperimentazione e riscoperta del lavoro manifatturiero, riuscendo così a creare nuove connessioni tra l’impresa e il territorio bolognese nel campo della cultura.

Per il suo operato Isabella Seragnoli ha ricevuto molteplici riconoscimenti pubblici, tra i quali il titolo di Cavaliere del Lavoro, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana ed inoltre il Sigillum Magnum e la Laurea ad Honorem in Economia e Politiche economiche dell’Università di Bologna.

La città di Bologna è profondamente grata per tutto quanto Isabella Seragnoli ha realizzato a favore della collettività, ed il Comune di Bologna, interpretando questo sentimento di riconoscenza, le conferisce l’Archiginnasio d’Oro per essersi distinta come esempio di imprenditorialità che ha coniugato responsabilità economica, responsabilità sociale d’impresa e filantropia imprenditoriale”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, Archiginnasio d’Oro a Isabella Seragnoli lunedì 14 marzo la cerimonia di consegna Bologna, Archiginnasio d’Oro a Isabella Seragnoli lunedì 14 marzo la cerimonia di consegna ultima modifica: 2016-03-11T13:08:52+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone