Fondazione Italcementi mira ad espandere il concetto attuale di smart cities con il progetto Bergamo 2.035

ItalcementiUna sinergia tra pubblico e privato vede protagonisti la Fondazione Italcementi e l’Università di Bergamo, con la collaborazione della Harvard University e la partnership del Comune di Bergamo. Insieme danno vita a Bergamo 2.035. Si tratta di un progetto interdisciplinare di ricerca.

L’impegno globale è rendere sempre più vivibili e funzionali, a misura d’uomo e sostenibili, gli spazi urbani. Il progetto Bergamo 2.035 punta ad ampliare il concetto di smart cities. Viene definito un nuovo contesto in cui tecnologie e soluzioni innovative si sviluppano in parallelo con nuovi modelli sociali inclusivi.

L’idea è di vedere i cittadini, definiti “smarter citizens”, come attori e agenti attivi di cambiamento per il miglioramento dell’ambiente urbano. Sviluppare il senso civico e l’impegno a favore degli spazi urbani comuni per tutti gli abitanti delle città.

Un’idea, una visione di città in un mondo che cambia, che viene rappresentata in Bergamo 2.035, un programma di ricerca che adotta un approccio multiprospettico e multidisciplinare che rende partecipi differenti soggetti che mettono insieme e a confronto la loro progettualità, la loro visione, le loro sensibilità e i loro interessi.

Molteplici gli aspetti tenuti in considerazione nel programma Bergamo 2.035. Il progetto punta a capitalizzare al meglio non solo il patrimonio economico-industriale, ma anche quello culturale e sociale della città. Al centro della visione di Bergamo 2.035 ci sono i futuri cittadini vera parte integrante di una classe creativa consapevole del proprio ruolo nella società, testimoni di un processo evolutivo costante e capaci di unire elementi esistenti con connessioni nuove e utili.

Un’idea subito fattiva, concreta. La ricerca non mira a perseguire un pensiero visionario della città del futuro partendo da un foglio bianco, come nelle pop-up town, né si concentra sull’idea di una cyber-city in cui la tecnologia rappresenta l’elemento pervasivo, e per certi versi invasivo, nella vita giornaliera della collettività.

Il programma si fonda su un forte coinvolgimento da parte dei principali attori del territorio, portatori dei diversi interessi e interpreti delle principali barriere o opportunità che possono limitare o catalizzare l’evoluzione della città in una smart city.

Per Bergamo 2.035 la città è, infatti, un insieme di sistemi che deriva dall’integrazione di prospettive complementari e dall’interazione di componenti istituzionali, socio-economiche e tecnologiche.

Il progetto si suddivide in 7 aree progettuali: Bergamo Creativa, Bergamo Salute, Bergamo Mobile, Bergamo Logistica, Bergamo Consum-attore, Bergamo Responsabile, Bergamo Tecnologica.

Per approfondire il progetto è possibile visitare la pagina dedicata: http://scopri.bergamo2035.it/

E’ possibile anche guardare il video!

Condividi su:Share on Facebook15Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn9Email this to someone