Depurazione, a Siena e provincia oltre 13 milioni di euro di investimenti

Acquedotto del Fiora ha presentato gli interventi effettuati e quelli in programma nel comparto della collettazione fognaria e della depurazione delle acque reflue sul territorio senese, dove il gestore ha in carico 1790 chilometri di rete fognaria e 130 impianti di depurazione e fosse Imhoff.
In tutto il territorio gestito da Acquedotto del Fiora ci sono 346 scarichi completamente depurati o dove è in corso la realizzazione di nuovi impianti (Arcidosso, Manciano e Paganico), ovvero il collettamento ad impianti esistenti (Montalcino), a servizio di 511.695 abitanti equivalenti pari al 94% dell’intera utenza, a fronte di una media nazionale di circa il 70%. Restano da depurare 351 scarichi, per complessivi 31.635 abitanti equivalenti. Di questi 22 scarichi compresi tra 200 e 2000 abitanti equivalenti saranno sottoposti a trattamento di depurazione entro il 2021, in accordo con la normativa regionale. I restanti 329 sono al di sotto di 200 abitanti equivalenti recapitanti in acque dolci, a tutti gli effetti considerati dalla vigente normativa regionale dei trattamenti appropriati e non necessitano di specifici interventi strutturali. A seguito di valutazioni tecnico operative, una parte di tali scarichi potrebbe essere comunque oggetto di interventi. Per tutti, saranno garantite misure di controllo e manutenzione volte sia a garantirne il regolare deflusso che a prevenire eventuali criticità ambientali e/o sanitarie.
Complessivamente negli anni 2014 – 2017 gli investimenti nella collettazione fognaria e nella depurazione delle acque reflue a Siena e provincia ammontano a oltre 13 milioni di euro su un importo complessivo per tutto il territorio gestito di oltre 36 milioni di euro. Tutti i comuni sono stati coinvolti o saranno coinvolti da interventi di adeguamento degli impianti e di potenziamento e consolidamento della rete fognaria.
Questi gli interventi più significativi:
Siena: sono stati realizzati lavori di adeguamento tecnologico e potenziamento del depuratore de Le Tolfe, garantendo una maggior efficienza del processo depurativo e rendendo l’impianto in grado di sostenere l’espansione urbanistica delle zone servite. Sono inoltre stati ristrutturati gli ambienti e le opere civili ed è stato ammodernato il parco macchine. L’intervento ha interessato anche le rete di drenaggio delle acque meteoriche e della fognatura nonché la viabilità interna all’area che ospita il depuratore, la quale è stata completamente rinnovata.
Abbadia San Salvatore: sono stati realizzati il nuovo impianto di depurazione e la relativa rete fognaria di collettamento.
Colle di Val d’Elsa: è in corso l’intervento di adeguamento e potenziamento dell’impianto di depurazione in località Cipressi, che incrementando la capacità depurativa della struttura consentirà l’allaccio alla pubblica fognatura delle zone in espansione.
Montalcino: sono in corso i lavori di realizzazione del collettore Montalcino-Torrenieri e sono stati effettuati interventi di adeguamento all’impianto di depurazione in località Torrenieri.
Monteroni d’Arbia: realizzazione del nuovo depuratore in località Ville di Corsano e della relativa rete fognaria.
Pienza: in corso lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione in località Ponticino.
“Acquedotto del Fiora prosegue il proprio impegno nelle opere di infrastrutturazione del sistema idrico integrato nel territorio, con particolare attenzione alla depurazione – commenta Biancamaria Rossi, vicepresidente di Acquedotto del Fiora – Proprio in tale settore, la costruzione di nuovi impianti per tutti gli scarichi di oltre duemila “abitanti equivalenti” ha evitato al nostro territorio le sanzioni europee relative all’anno 2016 che nello scorso mese di novembre hanno colpito le regioni italiane per un ammontare complessivo di oltre 600 milioni”. “Il piano di investimenti nella depurazione, in fase di realizzazione in sinergia con le amministrazioni locali, – conclude Rossi – ha come scopo il costante miglioramento del servizio ai cittadini, ma si pone anche l’obiettivo di garantire e preservare i luoghi in cui operiamo e viviamo, di grande pregio paesaggistico ed ambientale e volano sia di interesse turistico che di agricoltura di qualità”.
In occasione della presentazione degli investimenti effettuati da Acquedotto del Fiora nel settore della depurazione, è stato fatto il punto sui lavori per il rinnovo della rete idrica di Piazza del Campo a Siena. L’intervento, frutto di un articolato impegno progettuale condiviso con il Comune di Siena, si è concluso con due settimane di anticipo rispetto ai tempi previsti, consentendo di ridurre eventuali disservizi ai cittadini e a esercizi e attività commerciali situate nell’area interessata. Nel corso dei lavori sono stati sostituiti quasi 130 metri di condotta nel tratto che dalla bocca del Casato raggiunge via di Città, attraversando la Costarella dei Barbieri, oltre alle valvole e agli allacciamenti presenti su essa, per un importo complessivo di oltre centocinquantamila euro. Gli investimenti sulle infrastrutture idriche della città di Siena proseguiranno successivamente con l’ammodernamento della rete idrica in altre zone della città, con un investimento previsto di circa 700mila euro ai quali vanno sommati, per gli anni futuri, gli ulteriori interventi in piazza del Campo (restanti parti di acquedotto da sostituire per ulteriori 800 metri circa).
“Gli investimenti e l’attenzione che il Fiora riserva al miglioramento e adeguamento della rete idrica di Siena rappresentano un elemento imprescindibile nella modernizzazione della città e delle sue infrastrutture – commenta Paolo Mazzini, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Siena – Sostituire le gloriose e centenarie tubazioni – come fatto nel Campo e prima ancora in via del Capitano – è un’operazione complessa e costosa che evidenzia la competenza del personale di Acquedotto del Fiora e la proficua collaborazione tra il Fiora, il Comune e i cittadini-utenti. La positiva esperienza dei lavori in Piazza ci sprona a proseguire con fiducia e costanza negli interventi necessari.”

9 su 10 da parte di 34 recensori Depurazione, a Siena e provincia oltre 13 milioni di euro di investimenti Depurazione, a Siena e provincia oltre 13 milioni di euro di investimenti ultima modifica: 2016-03-08T00:02:35+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento