La Svizzera pone limiti all’immigrazione di cittadini di paesi Ue dal 9 febbraio 2017

Presentato dal Governo il piano per porre limiti all’immigrazione di cittadini di paesi Ue dal 9 febbraio 2017, per dare seguito al risultato del referendum di 2 anni fa con cui gli svizzeri hanno votato contro l’immigrazione di massa.

Il Governo propone di fissare ogni anno un limite al numero di cittadini Ue che possono andare a vivere e lavorare in Svizzera. Oltre scatterà una sorta di clausola di salvaguardia unilaterale con quote vincolanti anche per i frontalieri.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone