Bologna, sgomberati due insdiamenti abusivi in città

Sgomberate due occupazioni abusive in città.

Nei giorni scorsi, a seguito di una ordinanza del Comune di Bologna per pubblica incolumità (messa in sicurezza di edifici, rimozione rifiuti, ecc..) e della Procura, i Carabinieri della Stazione Borgo Panigale sono intervenuti in via Casteldebole 5 per liberare alcuni edifici privati, occupati da circa tre anni. L’intervento, a cui ha collaborato anche la task force antidegrado guidata dall’assessore Riccardo Malagoli, ha portato alla bonifica di tre edifici, una casa colonica, un fienile e una stalla, e alla denuncia di 11 persone (nessun minore) per invasione di invasione di terreni ed edifici.

La proprietà degli immobili occupati ha affidato la bonifica dell’area a una ditta privata e ha istituito un servizio di guardiania per evitare nuove occupazioni. Presenti in loco anche i servizi sociali del Comune.

Sempre nei giorni scorsi sono stati bonificati 28.000 metri quadrati di argine del fiume Reno, nei pressi dei campi da baseball in zona Casteldebole. L’intervento è stato organizzato dalla task force antidegrado del Comune e ha visto la partecipazione dei volontari di Planimetrie Culturali e dell’Associazione provinciale della Nigeria El Ihsan, che recentemente hanno firmato un Patto di collaborazione con il Comune di Bologna proprio per attività di ripristino della vivibilità e del decoro in aree cittadine degradate o in disuso.

I volontari hanno demolito 7 baracche e ripulito la zona dai rifiuti. Il Demanio regionale – Servizio territoriale bacino Reno, di competenza per la zona dell’argine del fiume, è intervenuto invece per rimuovere tutta la vegetazione che nella zona offriva riparo all’insediamento abusivo, per evitare nuove occupazioni di terreni in futuro. Al momento dello sgombero non erano presenti occupanti.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone