Taranto, feriti due operai della ditta Seval dell’appalto Eni. Sono un siciliano e un brindisino

I due lavoratori sono rimasti feriti – uno in modo grave – in un infortunio avvenuto nella raffineria di Taranto. Un uomo di 32 anni di Brindisi, colpito al petto da una grossa parte meccanica che si è sganciata da una gru durante operazioni di manutenzione nel reparto Soi 1, al momento fermo per lavori. L’uomo è ricoverato in rianimazione nell’ospedale Santissima Annunziata. Un collega siciliano di 31 anni è stato medicato per ferite lievi e dimesso. Era presente anche un terzo operaio rimasto illeso.

L’esatta dinamica dell’incidente è ancora da chiarire. Sono intervenuti la polizia e ispettori dello Spesal, il Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Asl.

Giovedì mattina si è svolta una riunione nella raffineria tra rappresentanti dell’azienda, della sicurezza e i sindacati di categoria. L’azienda ha annunciato una indagine interna.

9 su 10 da parte di 34 recensori Taranto, feriti due operai della ditta Seval dell’appalto Eni. Sono un siciliano e un brindisino Taranto, feriti due operai della ditta Seval dell’appalto Eni. Sono un siciliano e un brindisino ultima modifica: 2016-03-03T13:34:29+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento