San Cesario, Alberto Savigni ucciso dal figlio Davide al culmine di un litigio

omicidioUn litigio per futili motivi è finito in tragedia nel Modenese. L’anziano padre sarebbe stato spinto a terra dal figlio Davide di 46 anni, battendo il capo e morendo sul colpo.

L’agricoltore di San Cesario è stato arrestato con l’accusa di omicidio nei confronti del padre, Alberto Savigni di 83 anni. Sull’episodio, avvenuto nelle campagne di San Cesario, è stato arrestato il figlio.

L’autore dell’omicidio è stato arrestato dai Carabinieri. Davide Savigni ha spiegato che il tutto sarebbe avvenuto per una discussione legata al diverso modo di vedere le operazioni di lavoro nel loro podere. Dalla discussione verbale si è passati alle mani. Una spinta  e Alberto Savigni ha perso l’equilibrio, sbattendo con la testa contro il muro. Caduto a terra è morto sul colpo.

“Non volevo ucciderlo” ha detto. E’ stato lo stesso figlio di Savigni a chiamare i soccorsi. I Carabinieri hanno effettuato i rilievi sul posto. L’indagine è coordinata dal procuratore Luca Guerzoni.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone