Serie B, Crotone imbattuto a Livorno aumenta la distanza dal Pescara. Un solo punto separa i pitagorici dalla vetta

di robertoLivorno e mister Panucci nervosi fin dai primi minuti dell’incontro ed a pagare dazio a questo atteggiamento l’espulsione di Luci e l’allontanamento dal campo dello stesso Panucci. Se ciò è dipeso dal volere recuperare il secco tre a zero subito dal Livorno all’andata sul terreno dell’Ezio Scida, mister Panucci se ne doveva fare una ragione giacché affrontava una squadra che ha vidimato il lasciapassare per la massima serie. Chi da calciatore è stato un campione (Panucci lo è stato) deve stare alquanto tranquillo sulla panchina e tranquillizzare i suoi giocatori quando perdono la calma. Per quanto riguarda l’incontro del Picchi, la missione del Crotone era mantenere l’imbattibilità esterna, iniziata dopo la sconfitta (4-1) di Pescara all’undicesima giornata. Obiettivo centrato contro un avversario che aveva assoluta necessità di conquistare punti salvezza.

A rendere ancora più felice la notte del Picchi il risultato di Cagliari – Novara, incontro giocato lunedì 29 febbraio, terminato con la sconfitta dei sardi (prima stagionale tra le mura amiche). Tradotti in cifre i due risultati per il Crotone significano aver ridotto di un solo punto la distanza dal primo posto. Il poco tempo intercorso dall’ultima giornata ha costretto i due tecnici ad effettuare il turnover nei vari reparti. Mister Juric ha potuto contare sulla disponibilità di Stoian per fine squalifica inserito sulla fascia sinistra al posto di Palladino che bene aveva fatto all’Ezio Scida contro il Vicenza. Dentro anche Balasa esterno destro al posto di Tena, Barberis in sostituzione di Capezzi, Salzano ha rilevato Paro. Mister Panucci ha rinunciato al bomber Vantaggiato per motivi fisici ed al centrocampista Cazzola, al loro posto Luci e Jelenic. Primo tempo senza particolare emozioni da gol. Cordaz e Pinsoglio pochi impegnati. L’unica vera emozione al minuto venti quando è stato espulso direttamente Luci ed a seguire è stato allontanato mister Panucci per proteste. Bene nel Crotone la retroguardia con Claiton vero regista della zona. Di Roberto esterno destro e Martella gran lavoratori sulle fasce. In attacco Budimir poco servito in area avversaria ma sempre pericoloso quando entra in possesso del pallone. Sotto la sufficienza Stoian e Ricci. Livorno bene finché è rimasto in undici, dopo l’espulsione di Luci ha iniziato a risentire dell’uomo in meno con il passare dei minuti. L’assenza di un bomber come Vantaggiato si è fatta sentire. Bene il reparto difensivo ma è stato poco impegnato per la non incisività degli attaccanti ospiti. La ripresa evidenzia fin dai primi minuti un Crotone che intende pressare gli avversari nella loro metà campo per impostare le ripartenze. Il primo pericolo per Pinsoglio arriva al quarantasettesimo minuto su tiro di Stoian. Mister Panucci nota la difficoltà del suo centrocampo dovuto all’uomo in meno e richiama lo spento Vajushi per fare posto a Cazzola. È però il Crotone a stare sempre nei pressi dell’area avversaria ad impensierire il portiere Pinsoglio con Martella al minuto cinquantasettesimo e con Ricci quattro minuti dopo. Ancora un cambio a centrocampo per il Livorno, dentro Moscati, fuori Biagianti. Mister Juric si accorge del calo di Balasa e lo sostituisce con Zampano sulla fascia destra.

L’uomo in più non sembra avvantaggiare i rossoblù ed il tecnico cerca di potenziare il reparto offensivo con Torromino, in grado di concludere dalla distanza, in sostituzione di Stoian. Mister Panucci per allentare l’offensiva avversaria manda in campo l’attaccante Comi e richiama Baez. Dal versante opposto il centrocampista Paro rileva il collega di centrocampo Barberis. È in ogni caso un finale di partita senza particolare giocate pericolose che accontenta i due tecnici.

Livorno     0

Crotone     0

Livorno (4-3-3): Pinsoglio, Antonini, Ceccherini, Vergara, Gasbarro, Luci, Schiavone, Biagianti (Moscati), Vajushi (Cazzola), Jelenic, Baez (Comi). All. Panucci

Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa (Zampano), Claiton, Ferrari, Di Roberto, Barberis (Paro), Salzano, Martella, Ricci, Budimir, Stoian (Torromino). All. Juric

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo

Coll. Gaetano Intagliata (Siracusa) – Simone Di Francesco (Teramo)

Quarto giudice: Fabrizio Pasqua di Tivoli

Ammoniti: Ricci 32°, Ferrari 56°, Gasbarro 64°

Espulsi: Luci 20°, Panucci 22°

Angoli: 6 a 1 per il Crotone

Recupero: 1 e 4 minuti

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone