Modena, c’è coda all’ingresso ma il locale non è autorizzato

Denuncia penale e sanzioni amministrative per il gestore. Controlli notturni della Municipale nei luoghi di intrattenimento. L’attività rientra nel Patto Modena Sicura.

È stata la fila dei giovani in attesa davanti all’ingresso di un locale, per altro già noto, a destare i sospetti degli agenti della Polizia municipale di Modena impegnati in controlli serali e notturni.

I controlli mirati a verificare l’osservanza delle regole e delle norme di sicurezza negli esercizi commerciali e nei luoghi di intrattenimento – un versante su cui la Polizia municipale è da tempo impegnata – si svolgono anche sulla scorta di indicazioni fornite dalla Prefettura e rientrano, nell’ambito del piano coordinato di controllo del territorio, nel Patto per Modena Sicura. Il Piano rappresenta il quadro di riferimento per l’attuazione di tutte le azioni coordinate volte al presidio del territorio per fronteggiare, nell’ambito delle rispettive attribuzioni, l’emergere di situazioni di illegalità che necessitino della predisposizione straordinaria di forme di contrasto, prevedendo servizi anche in orari serali e notturni.

I controlli effettuati nella notte di mercoledì 24 febbraio, hanno appunto consentito, tra l’altro, di accertare, che un locale in prossimità di via Giardini, aveva organizzato un evento con musica, ballo e somministrazione di alimenti e bevande, nonostante fosse sprovvisto dei regolari titoli abilitativi per l’attività in corso. Il gestore è stato quindi denunciato penalmente poiché non rispettava i criteri di sicurezza, in quanto sprovvisto di regolare licenza.

Inoltre, gli agenti della Municipale hanno accertato sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro, inerenti appunto la mancanza di titolo per l’intrattenimento musicale e la somministrazione abusiva di bevande, e sono infine in corso verifiche sulla regolarità contributiva del personale impiegato.

Nella stessa serata, gli agenti, in abiti civili, hanno effettuato anche controlli del rispetto dell’ordinanza antialcool in esercizi commerciali delle zone San Faustino, via Morselli e Stazione ferroviaria. L’ordinanza in vigore dallo scorso 30 novembre amplia infatti l’area interessata dal divieto e impone di adottare nuove e più articolate strategie per contrastare il fenomeno della vendita e somministrazione di bevande alcoliche in orario serale e notturno.

Dall’entrata in vigore della nuova ordinanza, la Municipale ha condotto 265 controlli che hanno permesso di accertare otto violazioni per il consumo di alcol sugli spazi pubblici e dieci per ubriachezza molesta.

Infine, sempre mercoledì scorso, gli agenti nel verificare il rispetto degli orari di chiusura dei locali della movida modenese (verifiche che si svolgono anche in base alle segnalazioni dei cittadini) hanno sanzionavano un gestore di zona Pomposa, perché consentiva l’ingresso e la permanenza della clientela nel proprio locale oltre l’orario di chiusura.

9 su 10 da parte di 34 recensori Modena, c’è coda all’ingresso ma il locale non è autorizzato Modena, c’è coda all’ingresso ma il locale non è autorizzato ultima modifica: 2016-03-01T16:57:57+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento