Matera, al via il crowdfounding di #amabiliconfini

Prende il via la campagna pubblica di raccolta fondi (crowdfounding) di #amabiliconfini, il progetto sociale di rigenerazione delle periferie promosso dall’Associazione Gigli e Gigliastri di Matera su idea di Francesco Mongiello.

Collegandosi alla piattaforma informatica di eppela.com qui da oggi sarà possibile per chiunque partecipare in modo attivo al progetto attraverso una donazione, che darà anche diritto a premi o riconoscimenti, come dvd, soggiorni a Matera o concerti privati dei “Gigli e Gigliastri”.

Amabili confini è un progetto di cultura partecipata, nel quale i residenti dei quartieri delle periferie cittadine diventeranno abitanti culturali e protagonisti attivi di una forma di rigenerazione sociale, attraverso i propri racconti scritti o registrati. Ad alcune di quelle storie, tutte fondamentali per il recupero e la conservazione di una memoria collettiva tanto da essere raccolte in una antologia, saranno abbinati alcuni scrittori italiani di fama nazionale che diventeranno a loro volta cittadini temporanei culturali. Scrittori che incontreranno quelle famiglie e quei quartieri, diventando curatori di quei racconti e presentando anche il proprio ultimo lavoro nei luoghi istituzionali rappresentativi della città.

Per precisa scelta degli organizzatori, il progetto ha deciso di autofinanziarsi grazie ai contributi di cittadini e imprenditori che ne diventeranno protagonisti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Matera, al via il crowdfounding di #amabiliconfini Matera, al via il crowdfounding di #amabiliconfini ultima modifica: 2016-02-24T00:04:54+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento