Giovedì d’autore al Cinema Don Bosco di Potenza

Il 25 febbraio il quinto appuntamento con il grande cinema della rassegna Giovedì d’autore al Cinema Don Bosco di Potenza, è con il film “Mustang” in proiezione alle ore 19:15 e 21:30.

Presentato con successo al Festival di Cannes 2015 e vincitore del premio Europa Cinema Label, Mustang è l’opera prima della regista turca Deniz Gamze Ergüven, che si dimostra capace di fornire verità ed intensità alla storia di cinque sorelle che, in un villaggio costiero turco, festeggiano la fine dell’anno scolastico e danno scandalo.

Hanno infatti osato andare in spiaggia con un gruppo di studenti maschi e combattere in acqua, completamente vestite, stando a cavalcioni sulle loro spalle! E questo, in una società ferma come quella turca, oppressa dal retaggio religioso, dove il corpo è tabu e il sesso peccato, va assolutamente punito. Ci penseranno lo zio e la nonna a castigarle, per domarle. Il film racconta come, malgrado le riforme promosse da Ataturk, la società turca abbia resistito alla modernità, restando ancorata ai costumi tradizionali: il matrimonio è un contratto tra due famiglie e i sentimenti e i desideri (soprattutto femminili) non contano. Con uno stile asciutto e privo di contrapposizioni maniche e tra bene e male, la Ergüven tratteggia i caratteri delle sorelle e le differenti reazioni alla violenza cui sono sottoposte.

Deniz Gamze Ergüven si spoglia del realismo estremo di molto cinema turco per liberare uno sguardo sempre in movimento, sospeso fra fiaba nera e lirismo poetico che rimanda alla Sofia Coppola de Il giardino delle vergini suicide. Tutte le metafore sull’oppressione emotiva delle protagoniste vengono esplicitate dalla regista, un conflitto tra generazioni che viene drammatizzato attraverso le scenografie, con serrature e cancellate, inferriate alle finestre, muri alzati, a restringere sempre di più lo spazio vitale delle sorelle, a spingerle sempre più in alto, alla ricerca almeno di un raggio di luce.

Uno sguardo di confine: fra fanciullezza e adolescenza, fra campagna e città, fra antico e moderno, fra spensieratezza e responsabilità. Mustang, come i cavalli non domati, liberi e selvaggi dei grandi spazi americani. Le ragazze del film vi resteranno addosso per giorni, piene di bellezza e voglia di vivere: un inno al movimento, alla ribellione in nome della piena espressione di se stessi.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone